Archive for sughi

Tagliatelle al ragù bianco

Share

Oggi si festeggia la Giornata Nazionale delle Tagliatelle secondo il Calendario Italiano del Cibo di AIFB e, a sostegno dell’Ambasciatrice Simona Lelli, volevo contribuire con le mie tagliatelle al ragù bianco; per l’occasione, in formato patriottico tricolore.

Adoro la pasta fatta in casa ma soprattutto mi piace prepararla! È una di quelle attività che faccio spesso, il sabato o la domenica mattina quando ho più tempo, insieme alle mie bambine. È un modo per stare tutte insieme, stimolare la loro manualità e anche far riscoprire loro  antiche tradizioni e mestieri.

E infatti noi, le tagliatelle le facciamo alla vecchia maniera, con mattarello e coltello. Ci piace, infatti, che la pasta rimanga più spessa e grossolana, magari anche di dimensioni diverse….

Continue Reading →

Share

Paté di olive nere

Share

Se volete una salsina pronta in 5 minuti, saporita e versatile il paté di olive nere fa al caso vostro.

Io lo preparo spesso (e in quantità abbondanti) in modo da averlo sempre pronto per una cena all’ultimo minuto o per preparare un antipasto al volo.

IMG_4817

Il paté di olive, così come il paté di pomodorini secchi, di cui abbiamo già parlato qui, infatti, è una salsa versatile che può essere utilizzata per diverse ricette; dall’antipasto al contorno.

In assoluto l’abbinamento che preferisco è tra il paté di olive nere e la pasta sfoglia; con questi due soli ingredienti si possono creare dei rustici o delle torte salate deliziosi, come ad esempio le girelle di sfoglia di cui vi ho parlato, qui.

IMG_4830Ma il paté di olive nere, può anche essere utilizzato per esaltare un piatto di pasta; io ad esempio, lo utilizzo, soprattutto in questo periodo, per preparare le “paste fredde”: basta aggiungere un po’ di paté di olive nere e olio d’oliva una volta scolata la pasta, e poi guarnire con gli altri ingredienti a piacimento. Sentirete che sapore!!!

Senza tralasciare il fatto che, oltre ad essere esageratemente buono, il paté di olive nere si prepara in soli 5 minuti e non richiede cottura: ottimo quindi, per preparare antipasti al volo in caso di cene improvvisate.

Il mio consiglio? Tenete sempre in casa un barattolo di olive nere denocciolate e in caso di arrivo di ospiti inaspettati, stupiteli con una fantastica girella di sfoglia al paté di olive nere!!

IMG_5069

Paté di olive nere

Ingredienti (per 1 vasetto)

200 gr di olive nere denocciolate

olio EVO (q.b.)

sale

origano (1 pizzico)

aglio (a piacimento)

L’aglio è facoltativo, dipende dai vostri gusti. Io non lo metto, perché non ci piace particolarmente, ma se amate questo ingrediente, utilizzatelo: il vostro paté di olive nere diventerà irresistibile!

Procedimento

Mettete tutti  gli ingredienti (tranne l’olio) in un boccale adatto al frullatore ad immersione, oppure nel boccale  del Bimby.

Frullate fino ad ottenere un composto omogeneo.

Se avete il Bimby frullate 20 sec, vel 4.

Versate il paté di olive nere in un vasetto con chiusura ermetica e coprite con l’olio EVO.

IMG_4819

Conservazione

Si conserva in frigorifero, chiuso, per alcune settimane.

Share

Patè di pomodori secchi

Share

patè di pomodori secchiPer l’argomento sughi & company vi volevo proporre questo semplicissimo patè di pomodori secchi. Molto veloce da preparare; da utilizzare per preparare antipasti, per condire un piatto di pasta o per accompagnare formaggi, il patè di pomodori secchi è un vero jolly in cucina.

Noi lo abbiamo provato in alcune delle sue possibili declinazioni e ci è piaciuto tantissimo. Il paté di pomodori secchi ha un sapore deciso, non troppo dolciastro e leggermente piccantino, che può essere accentuato o meno con l’uso dell’olio aromatizzato o del peperoncino.

Nella versione del patè di pomodori secchi che vi proponiamo abbiamo utilizzato anche qualche cappero e acciughe sotto sale, per aggiungere una ulteriore nota di sapore.

Il paté di pomodori secchi si conserva in frigorifero, in un barattolo con chiusura ermetica, tipo quello delle marmellate, ricoperto di olio, come un normale pesto.

patè di pomodori secchi

Non necessita di cottura ed è subito pronto per essere utilizzato: ottimo quindi per condire un piatto di pasta all’ultimo minuto!

Ma il paté di pomodori secchi è buono anche da spalmare su crostini di pane o farcire panini per un bel pic-nic!

E se poi volete esagerare, servitelo insieme a pecorino o formaggi stagionati.

Se invece preferite un menù vegano provate ad utilizzare il paté di pomodorini secchi (in questo caso preparatelo senza l’acciuga, ovviamente) per condire un piatto di tofu al naturale.

E questi sono solamente alcuni dei possibili impieghi del paté di pomodori secchi! Vale veramente la pena tenerne un barattolo sempre pronto nel frigorifero.

Patè di pomodori secchi

Ingredienti

250 gr di pomodori secchi

Olio Evo (q.b.)

sale q.b.

capperi

acciughe (a piacimento)

Preparazione

In una pentola capiente, mettete a bollire abbondante acqua.

Quando l’acqua bolle, versate i pomodori secchi e scottateli per almeno 10  minuti.

Scolateli e metteteli ad asciugare su un canovaccio.

patè di pomodori secchi

Una volta asciutti, versate i pomodori in un contenitore adatto per il frullatore ad immersione.

Aggiungete un po’ d’olio d’oliva (regolatevi ad occhio in base alla  resa dei pomodori), i capperi, le acciughe, un pizzico di sale.

Frullate fino ad ottenere un composto omogeneo  e cremoso.

Versate il composto in un barattolo a chiusura ermetica, coprite con olio d’oliva e conservate chiuso in frigorifero.


 

Se volete, potete aggiungere alla preparazione del peperoncino, per un risultato più piccante, oppure dell’origano essiccato, per una variante in stile pizza.

 

 

Share

Pesto di zucchine e mandorle

Share

Oggi volevo parlarvi di questo pesto di zucchine e mandorle che ho utilizzato per condire le tagliatelle di pasta fresca con farina di farro (di cui vi ho parlato qui).

Si tratta di un sugo molto veloce da preparare che non richiede alcuna cottura, proprio come il pesto classico, ma con un sapore più delicato e fresco. Il pesto di zucchine e mandole è sicuramente più adatto alla stagione primaverile/estiva; ma io adoro talmente tanto questa verdura che non ho resistito a preparare questa ricetta nonostante la non stagionalità delle zucchine.

Ho considerato questo esperimento una “prova costume” in cucina, per non farmi trovare a corto di idee durante l’estate, quando le zucchine cominceranno a riempire gli orti in abbondanza;  e se il pesto di zucchine e mandorle è venuto buonissimo con le zucchine di ora, figuratevi quanto possa essere squisito nel periodo della loro stagionalità!

Per una ricetta più fresca e profumata ho aggiunto delle foglioline di menta artica. Volendo aromatizzare ancora maggiormente il pesto è possibile aggiungere foglie di basilico e timo al limone.

Pesto di zucchine  e mandorle

Ingredienti (per 1 vasetto)

2 zucchine medie

100 gr di mandorle

2-3 foglie di menta

olio EVO q.b.

sale q.b.

 

Procedimento

Tagliare le zucchine a julienne e lasciarle riposare in un colino con un po’ di sale, per far perdere loro tutta l’acqua.

Tritare finemente le mandorle nel mixer.

Aggiungere le zucchine, le foglie di menta, sale e olio e frullare fino ad ottenere un composto omogeneo.

Utilizzate il pesto di zucchine e mandorle per condire la pasta fatta in casa, accompagnandolo con una spolverata di parmigiano grattugiato e granella di mandorle tostate!

tagliatelle con farina di farro contesto dii zucchine e mandorle

Tagliatelle con farina di farro contesto dii zucchine e mandorle

Share