Archive for polpette

Back to school: Polpette di ricotta (al vapore) al sugo di pomodoro

Share

Polpette di ricotta al sugo di pomodoro, ovvero come salvare un pranzo quando sei di corsa, senza friggere!

Tra poco, infatti, torneremo tutti sui banchi di scuola e ricominceranno le corse tra gli orari di uscita di ognuna di noi, che siamo in tre Istituti diversi con 3 uscite in momenti diverisi.  Occorre, quindi, trovare una soluzione per la gestione del pranzo, che possibilmente sia anche salutare.

Le polpette di ricotta, cotte al vapore, e condite con sugo di pomodoro sono una delle mie ricette furbe per questi giorni frenetici.

In casa mia le polpette sono sempre molto gradite, che siano di carne (le preferite delle mie figlie), di patate (le mie preferite) o di verdure (di nuovo le mie preferite). Ma sono proprio, le polpette di ricotta a mettere d’accordo tutti i componenti della famiglia.

Saporite, gustose e delicate, senza essere fritte, costituiscono un ottimo piatto unico da gustare a pranzo (ma anche a cena).

Ma qual è uno dei vantaggi maggiori delle preparazioni tipo polpette, polpettoni e affini? Che si possono preparare anche il giorno prima, si conservano in frigorifero e il giorno successivo sono ancora più buone. Un pò come succede con le lasagne, insomma.

Poi le polpette, con la loro forma tonda e regolare, a me piacciono anche a vedersi, mi danno un senso di equilibrio. E realizzarle perfettamente tonde non è impossibile, e non occorre nemmeno essere Giotto, basta saper utilizzare gli strumenti giusti.

Io ad esempio cercando sul portale LionsHome ho trovato queste utilissime forbici per polpetta, che, oltre ad essere facili da utilizzare, mi hanno aiutato a realizzare delle polpette di ricotta perfettamente rotondeggianti.

Polpette di ricotta al sugo di pomodoro

Ingredienti (per circa 15 polpette)

Per le polpette

250 g di ricotta (peso sgocciolato)

1 cucchiaio di fiocchi di avena

Pane grattugiato q.b.

Prezzemolo

Sale, pepe e noce moscata q.b.

Prezzemolo, alloro, erba cipollina per l’acqua di cottura

Per il sugo di pomodoro

400 g di polpa di pomodoro

1 cucchiaino di concentrato di pomodoro

½ porro

peperoncino q.b.

Olio extravergine di oliva q.b.

Origano q.b.

Sale q.b.

Come potete leggere per gli ingredienti di questa ricetta, come per la maggior parte delle mie preparazioni, la dose è molto libera. Ho dato solo qualche suggerimento indicativo sui componenti fondamentali come la ricotta ed il pomodoro, per il resto, qui, si va principalmente ad occhio.

Nelle polpette, infatti si deve ricreare quell’alchimia tra gli ingredienti, che permetta di realizzare un composto omogeneo e compatto, tale che non si sfaldi in cottura. E questo dipende da tanti fattori, primi fra tutti l’acquosità della ricotta e l’umidità.

In queste preparazioni consiglio sempre di aggiungere gli ingredienti un pò per volta, fino ad ottenere la consistenza giusta.

E, con un pò di dimestichezza, anche le vostre polpette saranno perfette.

polpette di ricotta

Procedimento

Tritare il prezzemolo e tenere da parte.

Sgocciolare bene la ricotta, eventualmente anche filtrandola con un colino a maglie strette.

In una ciotola, versare la ricotta ed iniziare ad incorporare il pan grattato in modo da amalgamare i due ingredienti. Continuare ad aggiungere pan grattato fino a che il composto non diventa denso e compatto. Unire i fiocchi d’avena, il prezzemolo, sale pepe e noce moscata e mescolare velocemente.

Con le forbici da polpetta, prendere una porzione di impasto e formare la polpetta. Passare velocemente nel pan grattato e posizionarla su un piatto.

Ripetere il procedimento con il restante impasto.

Riempire il boccale della vaporiera con acqua e gli aromi (prezzemolo, alloro, erba cipollina). Posizionare il cestello della vaporiera, ben oleato e adagiarvi sopra le polpette. Coprire e cuocere al vapore per circa 15 minuti.

Nel frattempo, in una casseruola far soffriggere leggermente il porro in poco olio per qualche minuto. Unire la polpa di pomodoro, il concentrato di pomodoro ed il peperoncino. Salare e aggiungere l’origano. Cuocere per circa 15 minuti.

Scolare le polpette e servirle su un piatto da portata accompagnate con il sugo di pomodoro.

Per conservare le polpette

Una volta freddate, riponete le polpette in un contenitore a chiusura ermetica in frigorifero e conservate il sugo di pomodoro in un altro contenitore. Riscaldate il tutto velocemente al microonde pochi minuti prima di servire.

Share

Polpette di patate

Share

Polpette di patate: basta nominarle e mi viene subito fame. Le adoro, le mangerei ad ogni giorno e ad ogni ora (le avete mai provate fredde a merenda? Ebbene, io si e vi assicuro sono molto meglio di tante altre cose..).

Sarà forse che le polpette di patate mi ricordano le mie vacanze da bambina, a casa di mia nonna; me le preparava sempre e io gliele chiedevo nuovamente, tutte le volte che tornavo a trovarla nei week-end.

Le polpette di patate sono molto versatili, possono essere servite, nella loro versione più piccola, come antipasto in una cena informale, fanno la loro superba figura sul buffet di un finger food party, ma si adattano benissimo anche a riempire il cestino del pic-nic di Pasquetta.

Si, perché se le polpette di patate sono ottime servite calde, sono fantastiche anche mangiate fredde, il giorno seguente. Quindi niente paura a prepararle per il pic-nic di Pasquetta!!

Volendo proprio esagerare privatele accompagnate con un sughetto di pomodorini freschi, aglio e basilico: da intenditori!!

La versione originale prevede che le polpette di patate siano fritte, ma vorrei sfatare questo mito della polpetta fritta, assicurandovi che cotte in forno, come quelle di questo post, sono altrettanto buone. Anzi, a mio parere , sono ancora migliori, soprattutto se non prevedete di mangiarle subito. Il fritto, si sa, va consumato subito , invece le pietanze cotte al forno, oltre ad essere più leggere e digeribili, sono buone anche consumate il giorno successivo.

polpette di patate

Polpette di patate

Ingredienti (per 4 persone)

  • 4 Uova
  • 7 Patate Grandi
  • 8 cucchiai formaggio parmigiano o grana grattugiato
  • 2 fette Prosciutto grosse tagliate a dadini (circa 100 gr in tutto)
  • Prezzemolo q.b.
  • sale q.b.
  • pan grattato per l’impanatura

Procedimento

Tagliate le patate a fettine sottili e cuocetele al vapore. Se avete il Bimby lessate le patate al Varoma per circa 25-30 minuti.

Tritate il prosciutto cotto  e il prezzemolo.

Schiacciate le patate con l’aiuto di una forchetta, unite le uova, il prosciutto, il prezzemolo tritato e il sale. Amalgamate il tutto.

Formate delle polpette e passatele nel pan grattato.

Cuocetele in forno caldo per circa 15-20 minuti.

Accompagnatele con verdure crude in pinzimonio.

Share

Polpette di miglio alle verdure

Share

Queste polpette di miglio alle verdure le ho sperimentate una sera, durante le feste di Natale. Volevo preparare qualcosa di leggero e diverso, tra un pranzo di Natale e un cenone di Vigilia, cercando di far mangiare anche qualche verdura alle mie figlie.

Il miglio è un cereale con alto valore proteico, simile al grano ma privo di glutine (quindi adatto anche a chi è celiaco o intollerante), è ricco di vitamine A e del gruppo B, tipo:  niacina, B6 e acido folico, calcio, ferro, potassio, magnesio e zinco; inoltre grazie al suo elevato contenuto di acido silicico, è spesso considerato un vero e proprio prodotto di bellezza per pelle e capelli, unghie e smalto dei denti, stimolandone la crescita. (Fonte Wikipedia).

Dopo aver letto tutte le qualità del miglio (mi ha colpito soprattutto la parte finale…unghie..pelle..), ho deciso che era necessario inserirlo nella nostra alimentazione quotidiana. All’inizio ero un po’ scettica, non sapevo che reazione avrei ottenuto dalla mia famiglia.

Ho provato allora queste polpette di miglio alle verdure; le mie bambine vanno pazze per tutto ciò che viene presentato sotto forma di polpette…in questo modo riesco a far loro assaggiare e mangiare cose che altrimenti non mangerebbero mai (tipo le verdure…).

Queste polpette di miglio alle verdure sono, inoltre, molto leggere perché sono senza latte, senza uova, sono cotte al forno e completamente gluten free. Infine, ma non per ultimo, sono anche molto buone.

La base della ricetta delle polpette di miglio alle verdure l’ho trovata sul web, e l’ho riadattata (ovviamente, come mio solito!!!) in base a quello che avevo in casa. Pensavo fossero più complicate, invece la cottura del miglio è praticamente analoga a quella degli altri cereali (tipo farro) mentre  per quanto riguarda le proporzioni di acqua, è simile a quella del cous-cous.

Io le ho preparate con il Bimby, così ho diminuito i tempi di cottura del miglio, ma possono essere preparate anche senza, semplicemente aumentando un po’ il tempo di cottura.

Ingredienti (per circa 20 polpette)

200 gr di miglio

400 gr di acqua

1 o 2 carote

1 broccolo (le cime)

150 gr di parmigiano grattugiato

2 cucchiai di farina di mais + quanto basta per l’impanatura.

1 cucchiaio di olio di oliva.

sale e pepe quanto basta.

 

Procedimento

Lessate il miglio nel boccale con acqua leggermente salata, per 15 minuti a 100°C velocità delicata.

Una volta cotto  (deve aver assorbito tutta l’acqua) tenetelo da parte.

Nel boccale scottate le verdure a pezzetti con acqua salata  per 5 minuti a 100°C velocità 1.

Tritate leggermente le verdure, 20 secondi velocità 4.

Aggiungete alle verdure  il miglio, il parmigiano, due cucchiai di farina di mais, 1 cucchiaio di olio d’oliva, sale e pepe (a piacere) e impastate 30 secondi velocità 3.

Formate delle palline e passatele nella farina di mais.

Cuocetele in una pirofila rivestita di carta da forno, in forno caldo a 180°C per circa 15 minuti.

Servite calde.


 

Per noi il Test è superato! Le polpette di miglio son state approvate da tutta la famiglia; con mia grande soddisfazione per essere riuscita a convincere anche i componenti più scettici!!

Share