Archive for pasta

Spaghetti al pomodoro di Pachino e menta

Share

Oggi è la Giornata Nazionale degli Spaghetti al Pomodoro, di cui Rosaria Orrù è Ambasciatrice e noi ci uniamo ai festeggiamenti con un piatto di Spaghetti al pomodoro di Pachino e menta.

Nella Settimana della Cucina dell’Unità d’Italia era obbligatorio dedicare un giorno agli spaghetti al pomodoro, e quale amante e sostenitrice della Cucina Italiana e del Made in Italy, non potevo (e non volevo) esimermi dal contribuire ai festeggiamenti.

Ecco quindi il nostro piatto di spaghetti al pomodoro di Pachino profumati alla menta: 100% Italiani dalla pasta,  alla menta (quella del nostro giardino), passando per i pomodori di Pachino e finendo con l’olio extravergine di oliva, prodotto da un’Azienda agricola di Calci.

Continue Reading →

Share

Spaghetti alle Vongole e Bottarga

Share

Ecco qua un’altra di quelle ricette tradizionali italiane che adoro: gli spaghetti alle vongole e bottarga.

Essendo nata e cresciuta praticamente sul mare, gli spaghetti alle vongole sono uno dei miei primi piatti di pesce preferiti: veloci da preparare, saporiti e inimitabili.

La ricetta che vi voglio presentare oggi, unisce, in realtà, due regioni del nostro Stivale, che adoro particolarmente: la Toscana, a cui sono legata per motivi di provenienza e la Sardegna, che non ho mai avuto modo di visitare di persona, ma che mi affascina per le spiagge, la cultura e soprattutto il pesce!!!

Cosa hanno in comune queste due regioni? A prima vista niente, ma se mettete a parlare un’ appassionata della cucina di origine livornese con il proprietario della sua pescheria di fiducia di origine sarda, vedrete che qualcosa esce fuori.

Ed è propio così che è nato questo piatto di spaghetti alle vongole e bottarga interregionale (come i treni!!!), in cui ho utilizzato le vongole veraci e la famosa Bottarga Sarda.

spaghetti alle vongole e bottarga

Non avete mai sentito parlare della Bottarga? Si tratta di uova di muggine (detto così perde tutto il suo fascino, ma se l’assaggiate, vi assicuro che non storgerete più la bocca!!), che vengono poi salate ed essiccate con procedimenti tradizionali.

Le più famose sono quelle di Cagliari, Tortolì, Sant’Antioco e Stagno di Cabras, ma andando a “sfrucugliare” sul web ho scoperto che vengono prodotte (e sono altrettanto buone, ma non ditelo ai pescivendoli sardi!!!) anche ad Orbetello, in Toscana.

TA-TA-TA-DA!!! Avete visto che, gira e rigira, abbiamo trovato un punto in comune tra la Toscana e la Sardegna?

Come si usa in cucina la Bottarga? Grattugiata (come in questa ricetta degli spaghetti alle vongole), ma anche tagliata a fettine e condita con olio e limone. Se la chiamano l’ORO SARDO, un motivo ci sarà???

Vi è venuta l’acquolina in bocca? Bene, allora andiamo a cucinare subito un bel piatto di spaghetti alle vongole.

Spaghetti alle vongole e bottarga

Ingredienti (per 4 persone)

300 g di spaghetti

500 g di vongole veraci

1 spicchio d’aglio

una manciata di prezzemolo tritato

1/2 bicchiere di vino bianco

1 pizzico di peperoncino

olio d’oliva q.b.

Bottarga di muggine da grattugiare (q.b.)

Procedimento

Mettete le vongole veraci in bagno in una ciotola con acqua e sale per circa un’ora.

Il tempo è indicativo, più le tenete in bagno e meglio è; io in genere le metto il pomeriggio verso le 17, per poi cucinarle verso le 20.

In una padella molto capiente (grande a sufficienza per poterci saltare gli spaghetti successivamente) fate soffriggere lo spicchio d’aglio con il peperoncino.

Scolate le vongole e sciacquatele sotto l’acqua corrente. Versatele nella padella e cuocete a fuoco lento con coperchio, per circa 15 minuti.

Sfumate con un po’ di vino bianco e continuate la cottura per qualche minuto.

Nel frattempo fate cuocere le spaghetti in abbondante acqua salata.

Scolateli al dente e poi saltateli nella padella insieme alle vongole veraci.

Spolverizzate con prezzemolo tritato e un’abbondante dose di Bottarga grattugiata.

Servite subito.

spaghetti vongole e bottarga

Share

Tagliatelle al pesto di broccoli

Share

Nella rubrica dello Speciale Natale non può mancare una ricetta con la pasta in casa. Lo scorso anno avevamo preparato le stelline paglia e fieno. Quest’anno abbiamo pensato alle tagliatelle al pesto di broccoli red&white, che abbiamo scherzosamente chiamato “Tagliatelle al Buio“.

Il nome è legato al fatto che, quando le abbiamo preparate, non avevamo idea di che salsa avremmo usato per condirle, ma avevamo voglia di fare la pasta fatta in casa, e così prima abbiamo preparato le tagliatelle, poi ci abbiamo costruito sopra la ricetta.

Così sono nate le tagliatelle al pesto di broccoli o Tagliatelle al Buio.

Perché parlo al plurale? Perché questa è una ricetta in collaborazione e condivisione o per così dire, in “sharing” (che fa più figo!!). E che collaborazione!!

tagliatelle al pesto di broccoli-versione white

Questa è la versione white preparata dalla mia mamma

Questa è la versione red preparata da me con il valido aiuto di due manine di bimba

Questa è la versione red preparata da me con il valido aiuto di due manine di bimba

Tutto è nato in un sabato pomeriggio piovoso, umido, freddo, di quelli che neanche l’imminente arrivo delle feste riesce a rallegrare. Così pensando a come impiegare (fruttuosamente) un pò di tempo, mentre le mie figlie facevano i compiti, mi è venuta voglia di fare la pasta fatta in casa. Mentre preparavo gli ingredienti, squilla il telefono; era la mia mamma.

Mum:<<Ciao che fai?>>

Me:<<Mi sto preparando per fare la pasta fatta in casa. E te?>>

Minuto di silenzio.

Mum:<<Nooo, io la sto facendo proprio ora. >>

Me:<<Dai, che prepari?>>

Mum:<<Le tagliatelle, e te?>>

Me: <<Idem.>>

Risata…

Così ci è venuta l’idea di preparare questa ricetta delle tagliatelle al pesto di broccoli in condivisione. Che dite abbiamo fatto bene?

tagliatelle al pesto di broccoli

Tagliatelle al pesto di broccoli

Ingredienti (x 4 persone)

Per la variante bianca

200 gr di farina 0

2 uova

1 cucchiaio d’olio

Per la variante rossa

200 gr di farina 0

2 uova

1 cucchiaio d’olio

1 cucchiaio di concentrato di pomodoro

Per il condimento

1 broccolo

50 gr di noci

50 gr di mandorle

sale e olio q.b.

Procedimento

Preparare separatamente i due impasti con il procedimento classico della pasta fatta in casa.

Lasciare riposare per 15 minuti in frigorifero.

Stendere la sfoglia con il mattarello (o la nonna papera)

Ripiegare i due estremi della sfoglia su se stessi (come uno strudel) e ricavare le tagliatelle con l’aiuto di un coltello.

Lessare il broccolo in abbondante acqua calda, scolarlo bene e saltarlo in padella con un pò d’olio d’oliva. Cuocere fino ad ottenere una crema.

Tritare le mandorle e le noci e unirle alla crema di broccolo.

Cuocere le tagliatelle in abbondante acqua salata.

Scolarle e saltarle in padella con il condimento.

Servire subito con una spruzzata di parmigiano.

tagliatelle al pesto di broccoli

 

 

 

Share

Spätzle Trentini

Share

Finalmente questa settimana sono in vacanza!!! E dove potevo andare, secondi voi, per conciliare la mia passione per lo sport, la natura e la buona cucina? Ovviamente in Trentino!! E siccome è vacanza anche per me, non cucinerò di persona,  ma la mia idea è quella di mostrarvi le tappe del nostro viaggio, attraverso i piatti e luoghi tipici di questo fantastico posto.
E il nostro viaggio non poteva che cominciare da qui:  dal “nostro Hotel”, l’ Hotel Andes  situato a Vigo di Fassa, nel cuore della Val di Fassa, che da tre anni ormai ci ospita (e che ospitalità!!) e ci delizia con la sua cucina tipica Trentina!

Gestito dalla famiglia Lasagna (il nome è già di buon auspicio!!!), l’Hotel Andes rappresenta, per me, tutto quello che ho sempre cercato in un albergo per famiglie: serietà, esperienza, accoglienza, professionalità, ma anche divertimento, per grandi (da provare assolutamente la zona wellness ) e bambini, che sono coinvolti in attività sempre diverse e divertentissime dalle bravissime Tate del mini-club, nelle ore “vuote” al rientro dalle camminate. Tutto questo ovviamente accompagnato dalla buona cucina!!

Coccolati fin dall’accoglienza in camera, all’Hotel Andes ci siamo come a casa nostra (anzi, forse anche meglio)!!!

Questo è il Benvenuto da parte dello Staff dell'Hotel Andes

Questo è il Benvenuto da parte dello Staff dell’Hotel Andes

Ogni sera lo Chef Andrea Cedrone, Chef di ventennale esperienza, nonché figlio d’arte, ci propone un menù sempre diverso, in cui fanno da padrone i piatti tipici della tradizione trentina.

Questa sera lo chef ci ha deliziato con questo tipico piatto: gli Spätzle trentini.
Si tratta di gnocchetti di forma irregolare, realizzati con la apposita macchinetta (molto simile ad una grattugia)  a base di farina di grano tenero, uova e acqua. 

Gli Spätzle sono originari della Germania, ma sono ormai diffusissimi anche in Tirolo, Alto Adige e Trentino.

spatzle trentini

Gli Spätzle classici sono all’uovo, senza aggiunta di verdure, ma molto spesso, vengono arricchiti arricchiti con spinaci lessati o altre verdure .
E infatti, oggi lo chef ci ha proposto questa fantastica versione patriottica degli Spätzle trentini: verdi (con spinaci lessati), bianchi (al formaggio) e rossi (con concentrato di pomodoro), conditi “semplicemente” con burro e speck trentini.

Semplicemente, si fa per dire, perché il burro è quello prodotto localmente nelle malghe della zona. E ci sono ancora malghe che lo fanno a mano, come un tempo, e la differenza di sente!!!!
Lo speck, manco a dirlo,  è rigorosamente locale (il Trentino è la patria dello speck) ed ha un sapore unico inimitabile.
Credetemi, questi Spätzle trentini sono un piatto semplice, rustico, ma dentro c’è tutto il sapore del Trentino!!!

Difficile resistere alla tentazione di chiedere il bis!!!

Volete conoscere la ricetta originale degli Spätzle trentini? Leggete di seguito le indicazioni dello Chef (che ringrazio sentitamente per la pazienza che ha avuto con me!!!).

Spätzle trentini

Ingredienti (per 4 persone)

500 gr di farina di grano tenero tipo “0”

4 uova

150 ml di acqua

sale (q.b.)

1 cucchiaio di olio di semi

1 pizzico di noce moscata

Per la versione tricolore

formaggio di montagna o Emmenthal (150 gr)

burro fuso (60 gr)

spinaci lessati (80 gr)

concentrato di pomodoro (2 cucchiai)

Per il condimento

80 gr. di burro fuso

salvia (q.b.)

speck trentino (60 gr.)

Trentingrana (1 presa)

1 cucchiaino di sugo di carne.

Procedimento

Il procedimento per la realizzazione degli Spätzle trentini è molto semplice e simile alla preparazione di una pasta classica all’uovo.

Versare la farina in una ciotola, aggiungere il sale, l’olio e la noce moscata.

Mescolare l’acqua con le uova, unire il composto alla farina e lavorare fino a che non si producono delle “bolle”.

Fare lavorare l’impasto per qualche minuto.

Dividere l’impasto in tre parti uguali

Spätzle trentini (al formaggio)

Unire 150 gr. di formaggio di montagna o Emmenthal grattugiato, 60 gr. di burro fuso.

Spätzle trentini (agli spinaci)

Aggiungere all’impasto 80 gr. di spinaci lessati e frullati, una presa di noce moscata ed una di parmigiano grattugiato.

Spätzle trentini (al pomodoro)

Aggiungere all’impasto 2 cucchiai di concentrato di pomodoro.


Portate ad ebollizione dell’acqua in una pentola capiente.

Prendete  la tipica macchinetta per tagliare gli Spätzle, posizionatevi sopra la pentola bollente, versate il composto nella macchinetta e schiacciate, lasciando cadere gli Spätzle nella pentola.

Cuocete gli Spätzle trentini separatamente, cominciando dall’impasto bianco, poi il verde ed infine il rosso.

Quando gli Spätzle trentini verranno a galla toglieteli dalla pentola con una schiumarola.

Versate del burro in padella e fatelo sciogliere a fuoco lento, nel frattempo grigliate alcune fette di speck.

Quando gli Spätzle trentini saranno cotti, saltateli nella padella con il burro fuso, le foglie di salvia.

Mantecate con il Trentingrana ed un cucchiaio di sugo di carne.

Versateli su un piatto da portata e decorate con le fette di speck croccante.

Gustate questo fantastico piatto!!!


Questa è la ricetta originale degli Spätzle trentini, così come me l’ha gentilmente raccontata lo Chef dell’Hotel Andes .

Ora non  mi resta che procurarmi la macchinetta (devo averla a tutti i costi!!) e provare a farli anche a casa.

Che dite? Proviamo a farli anche noi????

 

 

Share

Penne alle noci

Share

Le penne alle noci sono un primo piatto velocissimo e delizioso. Una ricetta classica in grado di risolvere anche le serate più difficili; tipo la mia un paio di giorni di fa!

Ore 20.15, due bambine da lavare, quattro bocche affamate da accontentare, frigorifero quasi vuoto e nessuna idea di cosa cucinare… L’unica soluzione? Improvvisare!

Ho imparato, infatti, che, in situazioni come queste, non conviene pensare troppo, basta guardarsi un po’ intorno in cucina e prima o poi l’idea arriva.  In genere io, in questi casi,  comincio a girare per la cucina aprendo tutti i cassetti della dispensa (anche quelli dove conservo le cose della colazioni…casomai un bel latte caldo con i biscotti…), il frigorifero e persino il congelatore, alla ricerca dell’idea salva-sera…. E funziona sempre!!!

Ad esempio, l’altra sera, aprendo per l’ennesima volta il solito cassetto ho trovato un  pacco di noci (ne tengo sempre una scorta…ed evidentemente faccio bene!!!), così mi è venuta in mente la ricetta delle penne alle noci.

Le penne le avevo, la panna vegetale idem, le noci le avevo appena trovate, la cena era salva!

Se capita anche a voi di trovarvi spesso a dover risolvere la questione cena in pochi minuti, prendete nota di questa ricetta delle penne alle noci; semplice e veloce, ma molto efficace!

Penne alle noci

Ingredienti (x 4 persone)

250 gr di penne

200 gr di panna vegetale (io uso quella di soia)

100 gr di noci sgusciate

sale e pepe q.b.

 

Preparazione

Tritare grossolanamente le noci nel mixer (lasciarne qualcuna per guarnizione).

In un pentolino scaldare la panna vegetale e le noci.

Cuocere le penne in abbondante acqua salata.

Scolare le penne e condirle con la crema di noci.

Aggiungere del pepe macinato.

Servire subito.

 

 

 

 

 

Share