Archive for mamme e figli

Ma come fai a fare tutto?

Share

Ma come fai a fare tutto?

Ovvero di come la mia vita sembri un eterno e mostruoso gioco del 15.

Ma come fai a fare tutto?

Penso sia la domanda che mi è stata rivolta più volte in assoluto in tutta la mia vita.

La risposta? Sinceramente non so se ci sia una teoria particolare dietro alle mie capriole giornaliere, tra lavoro, figlie, palestra e casa. So che lo faccio e basta, anche perché a volte non posso proprio fare diversamente.

Ma soprattutto perché ho sempre amato sentirmi indipendente, e questo forse ha reso le cose più facili.

Sapendo di voler contare esclusivamente sulle mie forze, e non volendo rinunciare a niente, ho imparato ad organizzarmi, a programmare ogni momento della giornata, dall’alba al tramonto, dalla colazione alla cena.

L’organizzazione assume un ruolo cruciale, in una vita frenetica e super impegnata come quella che mi sono scelta; perché effettivamente, ad oggi, posso dire finalmente di aver scelto tutto quello che sto facendo.

Ho scelto di continuare a lavorare, preferendo un lavoro precario, ma che mi appassiona e che mi consente di dedicare parte della giornata alle mie figlie, una delle quali ha necessità di essere seguita in modo particolare, ed ho rinunciato ad un lavoro sicuro, che però non mi garantiva più stimoli, né flessibilità.

Ho scelto di non mollare i miei hobby, perché non sarebbe giusto nei miei confronti: l’allenamento, che mi è utile non tanto per fisico, quanto per la mente; e questo piccolo blog, che riesco a gestire a pezzi e bocconi, ma che mi ha regalato tante soddisfazioni.

Quando non corro dietro alle figlie, corro!

Quindi ecco che le mie giornate sono inevitabilmente scandite da ritmi forzati per riuscire a far incastrare tutti i tasselli, proprio come nel gioco del 15.

ma come fai a fare tutto

Foto Pinterest

E anche se la mattina mi alzo sentendomi forte e imbattibile, come recita Titanium di David Guetta, e la sera somigli più al Vuoto a Perdere di Noemi, amo la mia vita così.

Incasinata, super-organizzata, continuamente di corsa, al limite delle forze umane, ma pur sempre vissuta.

Ancora vi state chiedendo “Ma come fai a fare tutto?”.

Non c’è nessun super potere. Basta volerlo (e anche imparare ad organizzarsi!).

 

 

Share

Grandi novità a Casa TiColtivo

Share

Da Casa TiColtivo ci aspettano grandi novità; per grandi e piccini!

Dopo il pranzo a Casa TiColtivo, di cui abbiamo parlato qualche tempo fa, infatti, siamo tornati nuovamente a far visita ad Alessandro e i suoi colleghi, che ci hanno presentato le ultime novità di Casa TiColtivo.

In poco più di un anno, infatti, Casa Ti Coltivo è notevolmente cresciuta, ha ampliato e ammodernato i propri locali e affinato la propria offerta, lasciando però immutati i propri principi cardini, ovvero la scelta di ingredienti di qualità a km 0, il rispetto della natura, l’arte del riciclo e del riuso e la valorizzazione dei prodotti del territorio.

In questo poco tempo, Casa TiColtivo si è evoluta ed è diventata la prima agristeria di Italia.

Una agristeria è un elemento di unione tra campagna e città e questo si ritrova anche nella posizione geografica di Casa TiColtivo, al confine tra l’inizio della città di Pisa e la fine delle campagne del Comune di San Giuliano Terme.

casa ticoltivo ingresso

L’agristeria rappresenta la memoria storica dell’agricoltura e del gusto italiano, raccontata e tramandata dai genitori ai figli ed è quindi un punto di riferimento per le famiglie che vogliono mangiare sano e per quei genitori che desiderano per i propri figli un’educazione nel rispetto degli antichi valori.

Basandosi su questi concetti, Casa TiColtivo, ha pensato ad un servizio incentrato sulle famiglie, offrendo loro uno spazio colorato e accogliente, a misura di bambino, tra cui anche una zona dedicata all’allattamento, dotata di tutti i comfort (fasciatoio, seggioloni, scaldabiberon e scaldapappine), per le mamme che vogliono far mangiare i più piccoli, godendosi un centrifugato di frutta o una fetta di torta, in tutta tranquillità.

 

Mentre i genitori si godono la propria cena a base di prodotti tipici e di stagione, Casa TiColtivo ha creato, per i più piccoli, il Minimenù: il menù dei bimbi (prezzo fisso 9,90 euro incluso animazione e immancabile sorpresa!) a base di pasta semintegrale bio (in bianco, con salsa verdure o con salsa pomodoro) un secondo a scelta tra frittatina di verdure o polpettine di verdure e un centrifugato di frutta e verdura (o frutta fresca in pezzi).

casa ticoltivo animazione

E quando i bambini hanno finito di mangiare, una equipe di tate esperte è pronta ad accoglierli negli spazi (al chiuso o all’aperto, a seconda della stagione) di Casa TiColtivo per intrattenerli con giochi di gruppo, sui temi della natura e all’insegna del riciclo o con spettacoli di magia.

casa ticoltivo magia

Con questo spirito, Casa TiColtivo si propone come un punto di ritrovo per famiglie, innovativo e unico nel suo genere, con proposte culinarie moderne, basate su principi e valori antichi. Basti pensare, ad esempio, all’healty hour, l’aperitivo in chiave salutistica a base di centrifugati di frutta (da provare assolutamente!) e julienne di verdure.

casa ticoltivo healty hour

O il sushi agricolo che richiama la forma e la modalità di presentazione dell’alimento moda del momento a base di prodotti dell’orto.

casa ticoltivo sushi agricolo

 

Share

Epifania, che tutte le Feste porta via (con un pò di malinconia)

Share

Epifania, che tutte le feste porta via..

Me l’avranno detto migliaia di volte quando ero piccola e regolarmente mi saliva quel groppo in gola e quel senso di malinconia, che mi sono portata dietro anche da adulta.

Così anche oggi, alla Vigilia dell’Epifania e con i postumi di un virus formato famiglia (per me formato extra) mi ritrovo sul divano, con tanto di plaid e tisana a piangere davanti ad un improbabile cartone animato (già perché la tv è ormai  monopolio di mia figlia piccola.)

Come ogni anno, la Vigilia dell’Epifania è il giorno del mio consuntivo personale; tra quello che avrei voluto fare durante le vacanze di Natale rispetto a quello che ho realmente fatto.

Ed ecco quindi che anche quest’anno è arrivato il triste momento del rendiconto personale. Perché se il 23 Dicembre ero carichissima, piena di idee e con una lista ToDo lunga quanto uno scontrino per la spesa del pranzo di Natale,  il sentore che qualcosa potesse andare storto dovevo averlo già il 23 sera, quando è arrivata la prima botta di influenza. Figlia n° 2 con 38 di febbre.

Bene. Chi ben inizia.

É a metà dell’opera. E infatti la chiusura dell’opera è arrivata poco dopo l’inizio del nuovo anno con la fantastica InfluenzaFamiglia che mi ha tenuto lontano da qualsiasi attività.

Alla vigilia dell’Epifania, avendo appena riacquistato quel poco di lucidità (non che quando stia bene, sia tanto più lucida, sia chiaro) che mi consente di stare al computer per  più di 15 minuti, mi ritrovo a non aver preparato nemmeno una delle ricette che mi ero programmata per il mio blog, non aver finito il lavoro che speravo di concludere, non aver portato le mie figlie a pattinare (ma al cinema almeno ce l’abbiamo fatta), né ad essere uscita un giorno per una passeggiata al mare, né tanto meno aver preparato una decente calza della Befana per le bimbe.

E domani sarà di nuovo l’Epifania, che tutte le feste porta via. E quest’anno con tanta malinconia.

Share

A merenda con frullati TVB Italia, 100% pura frutta

Share

Con i frullati TVB, naturali e con tanta frutta, c’è più gusto a fare merenda!

Oggi abbiamo assaggiato i nostri nuovi frullati TVB; i succhi TVB sono l’alternativa ai classici succhi di frutta per soddisfare la necessità di un’alimentazione sana e nutriente, senza però rinunciare al gusto.

Come la maggior parte delle mamme cerco di prestare molta attenzione a quello che metto nello zaino delle mie bambine per la merenda a scuola o che propongo per lo spuntino pomeridiano, e per quanto possibile, cerco di proporre loro qualcosa di “fatto in casa”.
Ma non sempre ciò è fattibile, gli impegni sono tanti e ci sono giornate in cui non si riesce nemmeno lentamente ad avvicinarsi alla cucina.
E allora è necessario ricorrere al piano B, ovvero proporre un qualcosa di preparato ma che segua gli stessi criteri e le stesse attenzioni che metteremmo noi mamme nel preparare la merenda ai nostri figli.

frullati TVB

 

 

I frullati TVB rispondono perfettamente all’esigenza di proporre una merenda sana con la praticità di un succo già pronto.

Fra i tanti succhi TVB, noi abbiamo scelto i frullati TVB al mirtillo &Co., cavallo di battaglia dell’azienda, che piacciono ai bambini quanti ai grandi.

Io in particolare ne vado pazza!!.
Oltre ad essere buonissimi, sono anche naturali al 100%, perché realizzati interamente con sola polpa di frutta, NON OGM, senza aggiunta di zuccheri, acqua, acidificanti o stabilizzanti.

frullati TVB

Proprio come li realizzeremmo noi mamme!

E ciascun frullato TVB è realizzato con tanti tipi di frutta diversa.  Nel Mirtillo &Co, ad esempio, troviamo il 33,2% di Succo di Mela, il 28% di Purea di mela, il 20% di Purea di mirtillo, il 12,8% di Succo di uva rossa ed il 3% di purea di banana e lampone, tutto rigorosamente BIO.

Questi frullati TVB piacciono tanto anche agli adulti.

Noi li abbiamo portati anche in ufficio, per il nostro spuntino, al posto della solita frutta (che, diciamocelo, spesso risulta difficoltosa da mangiare in ufficio e anche scomoda da trasportare, nonché tristissima).

Con i frullati TVB invece si unisce la comodità di portarsi dietro una semplice bottiglia, vivacemente decorata, alla sana abitudine di mangiare la frutta.

Frullati TVB; promossi su tutta la linea.

Share

Vacanze in famiglia

Share

Vacanze in famiglia? è tempo di organizzarle, e anche di ripensare a quelle trascorse!

Dato che si sta avvicinando l’estate, è il momento giusto per iniziare a pensare alle vacanze in famiglia.

Mare, montagna, città d’arte o Capitali d’Europa, tante sono le possibili destinazioni per le vacanze in famiglia e, al contrario di quanto molti pensano, andare in vacanza con i figli non è complicato.
Noi da qualche anno abbiamo individuato nella vacanza estiva in Montagna (in particolare sulle Dolomiti) la nostra family-holiday perfetta, quella che mette tutti d’accordo, che ci fa rilassare, senza stressare nessuno.

In particolare i piccoli paesini dell’arco Alpino Italiano offrono molte opportunità per le vacanze per la famiglia, per tutte le età e con tutte le esigenze.

vacanze in famiglia

La nostra giornata tipo in montagna d’estate comincia con una bella colazione in Hotel (la maggior parte offrono tutti il trattamento mezza pensione, che io consiglio vivamente perché nonostante sia sempre stata scettica su questa formula, qui ho scoperto di sbagliarmi!).

Colazione abbondante e genuina con le torte di mele fatte in casa o il tipico strudel e per i più esigenti uova e pancetta, vestiti comodi (a strati, visto che non è difficile trovare la neve anche a Luglio!), un rapido controllo all’attrezzatura (cartina, occhiali, acqua e macchina fotografica indispensabili) e poi si parte una nuova avventura.

vacanze in famiglia

Perché le mie figlie vivono così le nostre vacanze in famiglia in montagna: come una vera Avventura!

vacanze in famiglia

Ogni sera scegliamo tutti insieme un percorso diverso da sperimentare il giorno successivo, e molto spesso sono proprio da loro, che ogni anno crescono e vogliono sfidarsi sempre di più, a spronarci ad andare sempre più un alto!

I sentieri di trekking  sono numerosissimi, e ce ne sono, veramente, per tutte le esigenze, anche da percorrere con il passeggino.

Quello che ci regalano le vacanze in famiglia trascorse in montagna d’estate è aria fresca, panorami mozzafiato ad ogni altitudine, quiete (seppur gente, ce ne sia tantissima), relax soprattutto mentale (impagabile), contatto con la natura. 

Durante i percorsi infatti non è difficile infatti incontrare marmotte o semplicemente mucche al pascolo, ma se si è fortunati anche qualche cerbiatto o stambecco.

vacanze in famiglia

vacanze in famiglia

Nelle soste ai rifugi poi, i bambini trovano sempre qualche gioco divertente da fare, come le carrucole o le altalene, così possono divertirsi e distrarsi tra una camminata ed un’altra. E che sono spensierati, si vede dalle loro espressioni.

vacanze in famiglia vacanze in famiglia

Ma ciò che abbiamo piacevolmente scoperto nel trascorrere le nostre vacanze in famiglia in montagna è che questo tipo di vacanza giova alla nostra unione familiare e aumenta la nostra complicità.

Camminando (e lo scorso anno di percorsi difficili ne abbiamo fatti tanti) per raggiungere l’obiettivo che ci siamo prefissi, per arrivare a quella vetta, non importa quanto in alto, ma che dalla Valle sembra sempre piccolissima, è uno stimolo a sfidare i propri limiti, a mettersi alla prova e anche ad aiutarsi a vicenda.

vacanze in famiglia

Perché il trekking come lo viviamo noi,  non è una gara a tempo, non vince chi arriva primo o in meno tempo, camminiamo insieme, sostenendoci a vicenda quando ci sembra di non farcela ( e ho scoperto che i bambini sanno farlo molto meglio di noi adulti!) e alla Vetta ci arriviamo tutti e tutti insieme.

Così quando raggiungiamo il rifugio più in alto (in base ai nostri limiti, le bimbe in cordata o sulla ferrata, non ce le porto davvero!) ci voltiamo e guardiami la strada che abbiamo fatto insieme ci sentiamo felici e soddisfatti!

vacanze in famiglia

E poi, dopo la camminata arriva anche la gratificazione, magari con una bella fetta di crostata  alla marmellata fatta in casa e un bicchiere di sciroppo di sambuco gustati seduti su un morbido manto d’erba dei prati fioriti, ascoltando il silenzio delle montagne e osservando dall’alto questi panorami naturali che regalano un’emozione unica e inimitabile.

Non solo per gli adulti. Ho scoperto durante queste vacanze in famiglia che questa sensazione di pace, serenità che abbiamo provato noi adulti raggiungendo per la prima volta un rifugio in quota l’hanno provata, forse anche più amplificata, le mie bambine.

vacanze in famiglia

La prima volta che abbiamo intrapreso questo tipo di vacanza, la piccola non aveva ancora 5 anni, la grande andava per gli 8. Ci hanno piacevolmente sorpreso quando ci hanno detto, al nostro rientro a casa:

“Babbo, Mamma, in questa vacanza ci siamo tanto divertite. Il prossimo anno ci vogliamo tornare e vogliamo camminare ancora più in alto”.

vacanze in famiglia

Con questo articolo partecipo al concorso #VacanzaCompleta di HomeAway .

Share