Archive for latte di riso

Torta cacao e nocciole

Share

Oggi è il Back-to-school Day per le mie bambine, come per molti altri studenti (i più “fortunati” hanno cominciato già ieri), e per addolcire questo rientro ho pensato di preparare loro un dolce speciale: la torta cacao e nocciole.

L’ispirazione l’ho avuta qualche giorno fa leggendo le ricette di MammaGy, foodblogger per  the womoms, e non aspettavo altro che l’occasione per poter preparare la mia versione!

L’occasione è arrivata con il Back-to-school Day!!

torta cacao e nocciole

In effetti, per un giorno così particolare, ci vuole una colazione d’effetto, che compensi il fatto di alzarsi due ore prima rispetto ai giorni d’estate e che invece di infilarsi costume e ciabatte si indossa grembiule e zaino..Beh la torta cacao e nocciole è decisamente all’altezza di questo compito.

Ovviamente tutto questo vale per i bambini, ma anche per i genitori, perché il Back-to-school Day è un nuovo inizio per tutti. Nuova routine, nuovi orari, nuove corse…

Sappiamo già che ci aspetterà un lungo inverno di compiti da fare, di litigate per finire in tempo, per alzarsi presto la mattina e andare a letto la sera; ci sarà da riorganizzare la routine quotidiana, che stenta a riprendere il via dopo un’estate in cui tutti i ritmi sono più rilassati.

Allora, in questo primo giorno di scuola, vorrei fare un augurio alle mie bambine (e virtualmente a tutti gli studenti), che per questo anno scolastico si possano svegliare sempre col sorriso sulla bocca come questa mattina, perché il loro sorriso è la nostra forza.

E una mattina iniziata con un sorriso permette di vivere serenamente tutta la giornata.

Se poi, ad aspettarle a casa, c’è una bella fetta di torta cacao e nocciole, anche la mattinata di lezioni scorre più velocemente.

torta cacao e nocciole

Torta cacao e nocciole

Ingredienti

200 gr di farina 0

125 gr di zucchero di canna

3 uova

100 gr di nocciole

50 gr di cacao amaro

120 gr di olio di semi

30 gr di latte (senza lattosio o di riso)

1 bustina di lievito per dolci

Procedimento

Sbattere le uova con lo zucchero, unire l’olio e il latte e continuare a sbattere fino ad ottenere un composto cremoso ed omogeneo.

In una terrina miscelare la farina con il lievito e il cacao.

Tritare finemente le nocciole.

Unire la farina e il cacao, con l’aiuto del setaccio, al composto di uova e zucchero e mescolare rapidamente per evitare che si formino grumi.

Unire le nocciole tritate e mescolare per amalgamare tutto il composto.

Rivestire una tortiera di carta da forno.

Versare il composto e cuocere in forno caldo a 170°C per circa 30 minuti.

Fare la prova stecchino prima di sfornare.


Questa torta cacao e nocciole rimane molto friabile ed è adatta per la colazione o la merenda. Si conserva anche per diversi giorni protetta da un coperchio per torte o pellicola trasparente.
La torta cacao e nocciole presentata in questa ricetta è senza lattosio.
Ma potete realizzarla anche nella maniera classica sostituendo l’olio di semi con 125 gr di burro fuso e utilizzando latte intero, invece di quello senza lattosio o di riso.

 

 

Share

Sorbetto di fragole

Share

Oggi merenda fresca e  salutare con il sorbetto di fragole.

Non vedevo l’ora che maturassero le fragole dell’orto e arrivasse un po’ di caldo  per provare questi fantastici stampini per gelati, comprati recentemente in una  delle mie visite “mimancasolounacosa” all’Ikea!!

Grazie a questi stampini CHOSIGT by Ikea, il sorbetto fatto in casa diventa un gioco. Noi li abbiamo provati per voi con la ricetta del sorbetto di fragole vegano, con latte di riso e zucchero di canna.

Ottimo come merenda estiva, il sorbetto di fragole è uno spuntino spezzafame e  rinfrescante molto leggero e completamente privo di conservanti e coloranti!

Si prepara in pochissimo tempo, proprio come lo smoothies di cui vi ho già parlato qui; basta un semplice frullatore ad immersione e tanta frutta fresca!!

sorbetto alle fragole

In questo periodo ho a disposizione tantissime fragole, quindi era quasi d’obbligo prepararlo con questo frutto, ma in questa ricetta potete sbizzarrirvi come volete e sostituire le fragole con cocomero, melone, kiwi, pesche, albicocche, oppure, perché no, aggiungere qualche frutto esotico (tipo mango o avocado) e gustarvi un buonissimo sorbetto exotic!!

Le mie bambine non credevano ai loro occhi “Mamma che ci prepara un ghiacciolo?”. Eh si, perché grazie agli stampini per gelati CHOSIGT sembra proprio di mangiare un ghiacciolo, ma con gli ingredienti che decidiamo noi!!!

Sorbetto di fragole

Ingredienti (per 6 sorbetti)

250 gr di fragole bio

150 gr circa di latte di riso

zucchero di canna per dolcificare (q.b.)

IMG_5174

Procedimento

Lavare le fragole e tagliarle in quarti.

Sistemarle in un recipiente alto adatto per il frullatore ad immersione.

Aggiungere il latte di riso e lo zucchero di canna.

Frullare fino ad ottenere un composto omogeneo.

IMG_5175

 

Versare il composto negli stampini per gelati e riporre nel congelatore per circa 6 ore, o anche tutta la notte.

Togliere dal congelatore qualche minuto prima di servire.

Scaldare con il calore delle mani lo stampino per gelati in modo da facilitare l’estrazione del sorbetto di fragole.

 

 
IMG_5204

Share

Banana pancake

Share

Il giorno di Pasquetta ci siamo svegliate con la voglia di una colazione energetica e nutriente ma allo stesso tempo golosa, e allora abbiamo preparato questi stupendi banana pancake!
I Banana pancake sono una variante glutenfree (perché li ho fatti con la farina di riso) dei classici pancake americani. Senza burro, senza uova con latte di riso e l’immancabile banana, i banana pancake sono una colazione sana che non richiede, però, grandi sacrifici.

Sfatiamo il mito che tutto ciò che è buono o fa ingrassare o non è sano!!

I banana pancake sono buoni come quelli classici e la banana aggiunge un tocco di dolcezza in più. Così non abbiamo dovuto neanche aggiungere lo zucchero nell’impasto.

Tradizionalmente i pancake si servono con lo sciroppo d’acero, ma potete sostituirlo anche con il miele, oppure con la marmellata. Vista la naturale dolcezza  dovuta alla presenza della banana  vi suggerisco una marmellata non troppo dolce, come ad esempio quella di clementine (la ricetta qui) o limoni (qui le indicazioni per la versione home made).
Ma se siete proprio golosi, come le mie bambine, provate l’abbinamento succulento tra banana pancake e crema gianduia! Dopo Pasqua è il top!!

Banana Pancake

Ingredienti

60 gr di farina di riso

140 gr di banana

100 ml di latte di riso

1 pizzico di bicarbonato di sodio

 

Preparazione

Tagliate le banane a fettine. Mettete tutti gli ingredienti nel frullatore.

Frullate fino ad ottenere un composto omogeneo e cremoso.

Scaldate una padella antiaderente con un filo d’olio.

Versate un cucchiaio del composto nella padella ben calda. Quando comincerà a fare le bollicine, girate delicatamente il pancake e cuocetelo dall’altro lato.

Servite caldi!

Share

Smoothies vegan

Share

Con la bella stagione arriva la voglia di merende fresche e lo smoothies vegan è il giusto compromesso tra freschezza, leggerezza, bontà e praticità: si prepara in soli 2 minuti; basta un frullatore a immersione, tanta frutta fresca e un po’ di latte di riso.

Oltre ad essere buonissimo, lo smoothies vegan è anche bello da vedersi e coloratissimo, e il colore, lo sappiamo bene, è l’alimento base delle belle giornate primaverili! E se invece è brutto tempo, lo smoothies vegan, con i suoi colori, ci aiuterà a rallegrarci la giornata.

In questa ricetta ve lo proponiamo al kiwi, alimento ricco di acqua, vitamine e antiossidanti, ma potete sbizzarrirvi come volete in base alla frutta che più vi piace o a seconda della stagione; buonissimo anche alle fragole e ai frutti rossi oppure alla banana per chi ama i gusti più classici.

E quando la stagione si fa più calda, perché non trasformare il nostro smoothies vegan in un buon sorbetto? Basterà aggiungere dei cubetti di ghiaccio alla preparazione, versare negli stampini per ghiaccioli e poi riporre in freezer per almeno 3 ore.

Smoothies vegan al Kiwi

Ingredienti

2 kiwi

200 gr di latte di soia

1 cucchiaino di miele per dolcificare (a piacere)

 

Preparazione

Mettere tutti gli ingredienti in un contenitore alto e frullare per alcuni secondi con il frullatore a immersione. Servire fresco accompagnato da fettine di frutta fresca.

 

Share

Pasta frolla vegan

Share

La pasta frolla è una delle basi per dolci che preferisco in assoluto, ma da quando ho scoperto la mia intolleranza al latte ed alcune farine, ho dovuto cercare versioni alternative alla ricetta classica. Così ho scoperto questa pasta frolla vegan senza uova e senza burro.

All’inizio ero scettica, avevo già sperimentato alle varianti della ricetta classica sostituendo il burro con olio di semi, ma il risultato non mi aveva mai soddisfatto: troppo friabili, non lavorabili con il matterello e poco gestibili; nessuna aveva superato la “prova crostata”!

La prova crostata è un test che eseguo di solito quando sperimento nuove varianti della pastafrolla o per valutare la compattezza di una marmellata fatta in casa; se la pasta frolla non è malleabile il risultato  somiglierà più ad una sbriciolona che ad una crostata, se la marmellata è troppo liquida sarà difficile mangiare la torta a fette…Insomma per una crostata perfetta ci vuole il giusto equilibrio tra morbidezza ed elasticità della pasta e compattezza della marmellata.

Questa pasta frolla vegan ha superato a pieni voti la “prova crostata” (e anche le mie aspettative). Se non vi fidate giudicate voi:

pasta frolla vegan- crostata

 

Per questa ricetta ho utilizzato una marmellata bio di frutti rossi e lamponi (65% di frutta) acquistata; in dispensa, infatti, avevo solo la marmellata di limoni fatta in casa, ma la pasta frolla vegan è molto meno dolce della pasta frolla tradizionale, quindi serviva un abbinamento con una marmellata sufficientemente dolce, tipo quella di fragole o mirtilli.

Anche se non siete vegani ma, come me, amate variare la vostra alimentazione e limitare i cibi superflui e “dannosi”, prendete nota della ricetta della pasta frolla vegan; sono sicura che convincerà che voi.

Ho letto la  ricetta originale su www.nonsprecare.it, qui vi ripropongo la mia versione, senza zuccheri e farine raffinati ma solo zucchero di canna e farina tipo 0 e latte di riso.

Pasta frolla vegan

Ingredienti

300 gr di farina 0

60 gr di zucchero di canna

120 ml di latte di riso

70 ml di olio di semi di girasole

mezza bustina di lievito per dolci

 

Preparazione con il Bimby

Versate lo zucchero nel boccale e azionate 10 sec velocità 8. Riunite sul fondo con la spatola.

Versate tutti gli ingredienti nel boccale e impastate, 1 minuto velocità spiga.

Avvolgete la pasta frolla con la pellicola e lasciala riposare in frigo per 30 minuti minimo.

 

Preparazione senza il Bimby

In una ciotola setacciate il lievito e la farina. Formate la classica fontana. Al centro versate l’olio, il latte di riso e lo zucchero. Impastate fino ad ottenere un composto liscio ed omogeneo.

Avvolgete la pasta frolla con la pellicola e lasciala riposare in frigo per 30 minuti minimo.

Abbinamenti

La pasta frolla vegan si abbina a marmellate dolci tipo fragole, ciliegie, pesche, mirtilli e frutti di bosco, o crema gianduia.

Share