Mattonella golosa

Share

La Mattonella Golosa è la favola di una ricetta, cercata per diverso tempo, studiata nei minimi dettagli, metabolizzata, lasciata decantare per giorni in attesa di trovare il momento giusto per cucinarla e presentarla ufficialmente a tutta la famiglia.

E finalmente arrivò il fatidico giorno della Mattonella Golosa: gli ingredienti erano pronti sul bancone della cucina, i tempi calcolati alla perfezione, la fantasia all’opera alla ricerca dell’ingrediente misterioso per arricchirla: tutto sembrava perfetto…..

Sembrava…appunto! Perché, come nelle migliori favole,  c’è sempre una Strega o una Matrigna a scombinare tutti i piani; e così anche nella favola della Mattonella Golosa.

mattonella golosa

Infatti, proprio mentre tutto pareva filare alla perfezione, la Strega Memoria fece capolino da dietro il bancone della cucina e mischiò tutti gli ingredienti, nascondendone uno nell’angolo più nascosto della dispensa; lontano dagli occhi della Cuoca di casa, che ignara della stregoneria continuava soddisfatta a preparare la sua Mattonella Golosa.

mattonela golosa

La Strega Memoria ridacchiava sotto i baffi mentre osservava la Cuoca che procedeva con  la ricetta con la consueta cura e passione all’oscuro del brutto tiro che la Strega le aveva giocato.

Ma siccome le favole hanno sempre un lieto fine, anche per la Mattonella Golosa doveva essercene uno. E infatti, proprio mentre la Strega Memoria stava pensava di averla vinta una volta per tutte sulla Cuoca, la Cuoca stessa si ricordò che aveva preparato la ricetta della Mattonella Golosa dimenticandosi un ingrediente.

mattonella golosa

Ormai la Mattonella Golosa era pronta e non poteva essere modificata; gli altri ingredienti erano finiti ed era impensabile prepararne un’altra. Per un attimo, la Cuoca fu sopraffatta dalla disperazione, pensò di gettare la sua amata Mattonella Golosa nel bidone della spazzatura, ma, proprio mentre stava per farlo, apparve la Fatina Positività che le disse:

Cara Cuoca ricordati che a volte le grandi creazioni nascono dagli errori, pensa alla Torre di Pisa ad esempio; non sarebbe una delle Sette Meraviglie del Mondo se fosse nata diritta come era stata progettata.

Così la Cuoca decise di salvare la sua Mattonella Golosa e la sera la presentò, tutta fiera, alla sua famiglia.  La sua scelta si rivelò giusta, la Mattonella Golosa era una grande bontà e la Cuoca ricevette gli applausi dei commensali.

La Strega memoria era stata sconfitta un’altra volta.


Con questa storia è nata la Mattonella Golosa a modo mio. Forse il paragone con la Torre di Pisa vi sarà sembrato un po’ eccessivo…ma rende bene l’idea!!
Se la favola vi è piaciuta e siete curiosi di sapere come è stata preparata la Mattonella Golosa e quale sia l’ingrediente nascosto, leggete la ricetta di seguito!!!

 Mattonella Golosa

Ingredienti

400 gr di cioccolato fondente 80%

40 gr di nocciole

40 gr di biscotti secchi

Ingrediente misterioso: smarties

 

Procedimento

Far sciogliere il cioccolato a bagnomaria; nel frattempo rivestite uno stampo da plumcake con della pellicola.

Versate sul fondo dello stampo una abbondante manciata di smarties e livellatele.

Tritate i biscotti secchi con le nocciole.

In una ciotola mescolate, con un cucchiaio di legno la cioccolata fusa con il trito di biscotti e nocciole.

Versate il composto nello stampo da plumcake.

Coprite con altra pellicola e lasciate riposare in frigo per almeno 6 ore.

Togliete dal frigo 30 minuti prima di gustarla; tagliatela a fette e servitela accompagnata da sciroppo alle fragole o frutti rossi freschi.

mattonella golosa

L’ingrediente mancante

Questa è la ricetta così come fu realizzata dalla Cuoca. L’ingrediente che venne nascosto dalla Strega Memoria era la panna vegetale (120 gr), che avrebbe dovuto essere aggiunta insieme alla cioccolata durante la fusione a bagnomaria…

 

About me
CeciliaMazzei

Cecilia, bis-mamma, impiegata, appassionata di Cucina. Amo cucinare per gli altri e raccontare i miei esperimenti sul blog. Molte delle mie ricette sono realizzate in collaborazione con le mie figlie, alle quali spero di riuscire a tramandare un pò della mia passione per le cose buone, fatte in casa!

Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *