Archive for Secondi piatti – Page 2

Hamburger di quinoa e lenticchie

Share

Per la serie “a volte ritornano” vi voglio presentare oggi questa facilissima ricetta degli hamburger di quinoa e lenticchie.
Simili agli hamburger di quinoa e verdure, di cui vi avevo già parlato in un post precedente, questa ricetta degli hamburger di quinoa e lenticchie è ancora più semplice e con un maggior contenuto proteico (che non guasta mai).

Rispetto alla ricetta precedente, questi hamburger di quinoa e lenticchie si cuociono in padella e non in forno, che, visto che fa ancora molto caldo, mi sembra un dato positivo !!

La cottura è semplicissima: io ho messo pari peso di quinoa e lenticchie e stesso peso d’acqua direttamente in pentola a pressione e cotto per 5 minuti.

Poi, avevo delle verdure lesse avanzate dalla sera prima e le ho unite al composto durante la preparazione degli hamburger .

hamburger di quinoa e lenticchie

Risultato? Cena “sana” pronta a tempo di record, bambini soddisfatti (la versione hamburger e’ sempre gradita, qualsiasi sia il contenuto….), mamma serena.. E ho addirittura terminato tutte le verdure avanzate!!!

Convinte?

Andiamo a vedere come si preparano questi facilissimi hamburger di quinoa e lenticchie .

Hamburger di Quinoa e lenticchie

Ingredienti

100 gr di quinoa
100 gr di lenticchie piccole
200 gr di acqua
2 cucchiai di PAn grattato
1 cucchiaino d’olio
Sale q.b.
1 patata lessa
1 carota lesse
(O altre verdure lesse a piacimento)

Procedimento

Sciacquate le lenticchie sotto l’acqua corrente fredda. (Verificate di acquistare quelle che non necessitano ammollo).
Unite la quinoa e le lenticchie nella pentola a pressione; aggiungete 200 gr d’acqua.
Lessate per 5 minuti dal fischio della pentola a pressione.
Unite le verdure lesse, il sale e frullate il tutto.
Aggiungere l’olio d’oliva ed il pangrattato.
Mescolate bene.
Prendete un po’ di composto con il cucchiaio e formate degli hamburger , schiacciandoli leggermente con il palmo della mano.

Cuocete in padella per 5 minuti.

Servite caldo o tiepidi accompagnati da insalata o altre verdure lesse!


 

Ricapitolando, questi hamburger di quinoa e lenticchie sono:

  1. Facili da preparare
  2. Senza cottura al forno
  3. Adatti per i bambini
  4. Altamente proteici
  5. Vegani
  6. Vegetariani
  7. Senza glutine
Share

Hamburger di quinoa alle verdure

Share

Questa ricetta degli hamburger di quinoa alle verdure è il risultato di un tentativo di sperimentare alimenti e sapori nuovi.

Come ci dice il sito leitv la quinoa è:

Originaria del Sud America ed è un alimento altamente digeribile, proteico e con poche calorie, dunque adatto ad ogni dieta, dal delicato sapore che ben si sposa con molte preparazioni. Contiene fibre e minerali, come fosforo, magnesio, ferro e zinco. È anche un’ottima fonte di proteine vegetali. Contiene inoltre grassi in prevalenza insaturi. La quinoa, inoltre, è particolarmente adatta per i celiaci, in quanto è totalmente priva di glutine, perfetta sia per gli adulti sia per i bambini.

Questo articolo mi ha incuriosito e così ho provato anche io a cucinarla; per iniziare ho sperimentato questi hamburger di quinoa alle verdure.

Dato che, nonostante la presenza delle verdure, a casa questa ricetta è stata gradita voglio riproporla anche a voi. In effetti questi hamburger di quinoa si sono rivelati un ottimo metodo per far mangiare le verdure ai bambini e anche una ricetta svuota-frigo!

Infatti, in frigo avevo dei fagiolini, patate e zucchine già lessate in avanzo e con questa ricetta sono riuscita a riutilizzarle; preparando qualcosa di molto gustoso.

hamburger di quinoa alle verdure

 

Hamburger di quinoa alle verdure

Ingredienti (x 6 hamburger)

200 gr di quinoa

400 gr d acqua

2 uova (oppure due patate lesse grandi)

50 gr di parmigiano reggiano

verdure lesse a piacere (fagiolini, carote, zucchine, patate)

sale q.b.

pan grattato per l’impanatura

Procedimento

La quinoa si cucina più o meno allo stesso modo del cous-cous; di solito per 100 gr di quinoa si usano circa 200 ml di acqua. L’importante è lavare bene la quinoa sotto  l’acqua corrente prima di cuocerla in modo da toglierle eventuali residui di saponina, una sostanza presente nella pianta, che potrebbe darle un sapore amaro.

Cuocete la quinoa nell’acqua bollente e salata per circa 20 minuti e poi lasciatela  nella pentola coperta con l’acqua per altri 10 minuti, a fuoco spento.

Nel frattempo lessate le verdure (in acqua o al vapore) oppure se avete delle verdure già lessate, utilizzate questa ricetta degli hamburger di quinoa per riutilizzarle.

In una ciotola capiente, versate la quinoa e sgranatela con una forchetta.

Aggiungete le uova (o le patate per una versione completamente vegana), le verdure lesse schiacciate o passate, il parmigiano grattugiato ed il sale.

Mescolate bene per amalgamare il tutto.

Con un cucchiaio prendete un po’ di composto e formate una palla; schiacciatela leggermente con il palmo della mano e passatela nel pangrattato.

hamburger di quinoa alle verdure

Adagiate l’hamburger di quinoa alle verdure su una teglia ricoperta di carta da forno.

Continuate fino ad esaurimento degli ingredienti.

Cuocete in forno caldo a 180°C per circa 15 minuti.

 

hamburger di quinoa alle vedure

 

Servite calde!!!

 

hamburger di quinoa alle verdure

 

Share

Lollipops di pollo

Share

Una bella giornata di sole come quella odierna fa ben sperare per la giornata di Pasquetta, e allora, in ottica pic-nic, vi volevo proporre questi fantastici lollipops di pollo.
Li ho cucinati in occasione di un finger food party a casa, per festeggiare il compleanno di “Nonno Paolo” e sono piaciuti molto: a nonni e bambini!
La base dei lollipops di pollo e’ la ricetta dei Nuggets:  semplici, economici e adatti ad ogni palato. Ma, invece della classica forma leggermente schiacciata, ho fatto con l’impasto delle piccole palline che ho ripassato nel pan grattato e poi cotto in forno, invece di friggerle.
In ogni pallina ho, poi, inserito uno spiedino di legno, per creare l’effetto lollipops !

Potete abbinare i vostri lollipops di pollo con una torta salata alle verdure, polpette di patate e per concludere una bella crostata di frutta.

Il vostro pic-nic di Pasquetta sarà un successone!  E se poi il tempo non dovesse darci speranza, potrete sempre trasformare il pic-nic in un finger food party in casa vostra o degli amici. Alla fine sarà pur sempre un giorno di festa!

lollipops di pollo

Lollipops di pollo

Ingredienti (circa 20 lollipops)

400 gr di petto di pollo

6 fette di pancarrè senza crosta tagliato a tocchetti (io ho usato il pancarrè ai 5 cereali con lievito madre)

1 cucchiaino di sale

120 gr di formaggio fresco spalmabile

120 gr di latte

pan grattato, curcuma e zenzero per l’impanatura

Procedimento con il Bimby

  1. Mettere nel boccale il pollo a tocchetti,il sale e tritare 5 sec vel 7.
  2. Unire il pancarrè a pezzi,il formaggio ed il latte, frullare 10 sec vel 7.
  3. Togliere il composto dal boccale.
  4. Formare con le mani delle palline.

Procedimento senza il Bimby

  1. Mettere tutti gli ingredienti in un contenitore alto
  2. Frullare con l’aiuto di un frullatore ad immersione a velocità ridotta fino ad ottenere un composto omogeneo.
  3. Formare con le mani delle palline.

Composizione

  1. Passare metà delle palline nel pangrattato e nella curcuma
  2. Passare l’altra metà delle palline nel pangrattato e nello zenzero
  3. Adagiare le palline in una pirofila
  4. Versare un filo d’olio sulle palline
  5. Cuocere in forno caldo per circa 15 minuti
  6. A cottura ultimata, prima che si freddino, inserire uno spiedino di legno in ogni pallina.
  7. Tenere in caldo a forno spento fino al momento di servire.

 

 

Share

Polpette di patate

Share

Polpette di patate: basta nominarle e mi viene subito fame. Le adoro, le mangerei ad ogni giorno e ad ogni ora (le avete mai provate fredde a merenda? Ebbene, io si e vi assicuro sono molto meglio di tante altre cose..).

Sarà forse che le polpette di patate mi ricordano le mie vacanze da bambina, a casa di mia nonna; me le preparava sempre e io gliele chiedevo nuovamente, tutte le volte che tornavo a trovarla nei week-end.

Le polpette di patate sono molto versatili, possono essere servite, nella loro versione più piccola, come antipasto in una cena informale, fanno la loro superba figura sul buffet di un finger food party, ma si adattano benissimo anche a riempire il cestino del pic-nic di Pasquetta.

Si, perché se le polpette di patate sono ottime servite calde, sono fantastiche anche mangiate fredde, il giorno seguente. Quindi niente paura a prepararle per il pic-nic di Pasquetta!!

Volendo proprio esagerare privatele accompagnate con un sughetto di pomodorini freschi, aglio e basilico: da intenditori!!

La versione originale prevede che le polpette di patate siano fritte, ma vorrei sfatare questo mito della polpetta fritta, assicurandovi che cotte in forno, come quelle di questo post, sono altrettanto buone. Anzi, a mio parere , sono ancora migliori, soprattutto se non prevedete di mangiarle subito. Il fritto, si sa, va consumato subito , invece le pietanze cotte al forno, oltre ad essere più leggere e digeribili, sono buone anche consumate il giorno successivo.

polpette di patate

Polpette di patate

Ingredienti (per 4 persone)

  • 4 Uova
  • 7 Patate Grandi
  • 8 cucchiai formaggio parmigiano o grana grattugiato
  • 2 fette Prosciutto grosse tagliate a dadini (circa 100 gr in tutto)
  • Prezzemolo q.b.
  • sale q.b.
  • pan grattato per l’impanatura

Procedimento

Tagliate le patate a fettine sottili e cuocetele al vapore. Se avete il Bimby lessate le patate al Varoma per circa 25-30 minuti.

Tritate il prosciutto cotto  e il prezzemolo.

Schiacciate le patate con l’aiuto di una forchetta, unite le uova, il prosciutto, il prezzemolo tritato e il sale. Amalgamate il tutto.

Formate delle polpette e passatele nel pan grattato.

Cuocetele in forno caldo per circa 15-20 minuti.

Accompagnatele con verdure crude in pinzimonio.

Share

Pollo al curry con Riso Basmati

Share

Per la cena di ieri sera avevo in frigo delle fette di petto di pollo, ma avevo voglia di cucinarle in maniera diversa dal solito, così cercando un po’ un qua e un po’ là, ho trovato la ricetta del pollo al curry con riso basmati.

Il pollo al curry con riso basmati è un piatto unico di origine indiana e, come tutte le preparazioni indiane, la sua caratteristica principale è la presenza molto spiccata delle spezie;  la ricetta originale, infatti, prevede l’uso del curry, coriandolo, zenzero, peperoncino e curcuma e cardamomo e anice stellato per il riso.

In giro, però, ne esistono molte versioni tutte diverse, più o meno elaborate, più o meno light, più o meno aderenti alla ricetta tradizionale indiana. Io ne ho cucinata una che si addiceva maggiormente ai nostri gusti, mediamente speziata e non troppo piccante (sarebbe stato difficile farlo mangiare alle mie figlie).

Ovviamente sulle spezie ed il peperoncino ognuno è libero di variare in base ai propri gusti!

Gli ingredienti che non devono mancare sono comunque tre: pollo, curry e riso basmati!!

Probabilmente, il pollo al curry con riso basmati che ho cucinato io, non si avvicinerà neanche minimamente a quello originale e se lo dovesse assaggiare un indiano, quasi sicuramente storcerebbe il naso.  Ma, considerando la probabilità estremamente bassa che un indiano piombi in casa mia per cena e che gli cucini proprio il pollo al curry (molto più probabile che prepari un bel piatto di spaghetti al pomodoro fresco, sicuramente più graditi!!!!), potrei dire che questa ricetta ci è piaciuta molto e quindi la inseriamo nel nostro Menù Internazionale.

E se poi volessi assaggiare la versione originale (giusto per capire le “leggere” (!!!!) differenze) potrei sempre affidarmi ai ristoranti indiani in zona, o magari potrei cogliere la scusa per un bel viaggio in India!!!

Rimanendo con i piedi per terra, vediamo come abbiamo cucinato il nostro pollo al curry con riso basmati.

Pollo al curry con riso basmati

Ingredienti (per 4 persone)

Per il pollo:

500 gr di petto di pollo  a fette

2-3 cucchiai di curry in polvere

1 cucchiaio di olio EVO

2 cucchiai di farina

2 cucchiai di latte

1/2 bicchiere di vino bianco

sale q.b.

Per il riso basmati

25o gr di riso basmati

1-2 cucchiai di zenzero

sale q.b.

Procedimento

Cuocete il riso basmati al vapore (con acqua, zenzero e sale) per circa 10 minuti. Trascorsi i 10 minuti, spegnete il fuoco e lasciate il riso coperto sulla vaporiera ancora per 5 minuti.

Non avendo la vaporiera, io ho utilizzato il Bimby, con questo procedimento:

Mettere nel boccale circa 1 litro di acqua con lo zenzero ed il sale, adagiare il cestello e portare in ebollizione 6minuti, 100°C, velocità 1.

Aggiungere il riso nel cestello e cuocere 10 minuti, 100°C, velocità 1.

Togliere il riso e tenere da parte.

Mentre cuoce il riso, tagliare il pollo a tocchetti o striscioline regolari.

Far rosolare in padella con un filo d’olio e 2 cucchiai di curry. Coprire con un coperchio continuare la cottura a fuoco basso, mescolare di tanto in tanto.

Quando il pollo sarà dorato, sfumare con il vino bianco e aggiustare di sale.

Aggiungere il latte, un altro cucchiaio di curry e la farina, continuare a cuocere a fuoco basso fino a completa cottura del pollo.

In un piatto da portata adagiate prima il riso basmati e sopra il vostro pollo al curry.

Servire caldo!

 

Share