Archive for Secondi piatti

Salmone in crosta (al forno)

Share

Salmone in crosta cotto al forno, la mia cena preferita!

Il salmone è uno dei miei pesci preferiti, colorato saporito e versatile. Lo mangio in insalata nella  versione affumicata , come salsa per le penne accompagnato da un filo di panna (uso solo quella vegetale), oppure con poco latte e farina; ma quando voglio un secondo piatto più ricco mi preparo questo velocissimo salmone in crosta.

In genere utilizzo i filetti di salmone congelati,  perché sono più sicura a livello di contaminazione batterica, ma se avete una pescheria di fiducia nelle vicinanze potete utilizzare quello fresco.

Il procedimento del salmone in crosta è molto semplice, ed infatti è un piatto ad essere preparato anche all’ultimo minuto, rientrando tardi dal mare.

salmone in crosta

Salmone in crosta

Ingredienti

2 filetti di salmone

1 uovo

pane grattugiato q.b.

erbe aromatiche a piacimento

sale q.b.

olio q.b.

Procedimento

salmone in crosta

 

Se si utilizza del salmone congelato, farlo scongelare bene prima della preparazione.

In una ciotola sbattere l’uovo e aggiungere qualche fogliolina di erba aromatica a piacimento (timo, origano).

In un’altra ciotola predisponete il pane grattugiato. Questo è l’occorrente per realizzare una crosta croccante per il vostro salmone in crosta.

Passate i filetti di salmone, prima nell’uovo, poi nel pan grattato, nuovamente nell’uovo e infine nel pan grattato.

Prendete una pirofila e rivestitela di carta da forno.

Adagiate sopra i vostri filetti di salmone in crosta.

Cospargete con un filo d’olio (magari anche aromatizzato…).

Cuocete in forno caldo a 180°C per circa 15 minuti o finché la crosta non sarà croccante.

Decorate con foglioline di erbe aromatiche e servite accompagnato da una insalata mista.

 

Share

Tortino di verdure dell’orto

Share

È tempo di un  bel tortino di verdure, si ma quelle del nostro orto.

“Chi semina, raccoglie”.

tortino di verdure

Diceva un antico detto, e dopo tanta fatica, infatti anche noi stiamo cominciando a raccogliere quello che abbiamo seminato qualche mese fa.

Così in questi giorni caldissimi il nostro orto sta cominciando a regalarci zucchine, pomodori a volontà e anche delle tenerissime patate novelle.

E noi ricambiamo preparando, con le verdure appena raccolte, questo coloratissimo (e anche buonissimo) tortino di verdure.

Per prepararlo ho addirittura sfidato caldo e umidità e acceso il forno. Ma ne valeva la pena!

Tortino di verdure

tortino di verdure

Ingredienti

zucchine

pomodorini datteri q.b.

patate novelle medie

1 mozzarella

olio extravergine di oliva

sale q.b.

Parmigiano reggiano (opzionale)

Ho volutamente omesso le quantità, perché anche questa è una preparazione in cui occorre andare a occhio.

Vi piacciono di più le zucchine? Bene aggiuntene quante ne volete.

La volete più rossa? aumentate la quantità dei pomodori.

Non volete aggiungere formaggi? Fate un altro strato di zucchine, oppure inserite delle melanzane!

Questo tortino di verdure rientra in quella categoria di ricette per cui le dosi non sono necessarie, occorre andare a sensazione e gusto personale.

Quindi, liberate la fantasia e accendete il forno!

Preparazione

Lavare e tagliare le zucchine a fettine sottili, aiutandovi con una mandolina.

Mettetele in colapasta aggiungendo del sale, per rimuovere il liquido, per almeno un paio d’ore.

Ungete una pirofila da forno.

rivestitela con un primo strato di zucchine.

Unite le fettine di patate e ricoprite con i pomodorini.

Aggiungete le fettine di mozzarella e poi ricoprite nuovamente con uno strato di patate, pomodorini e zucchine.

Salate e aggiungete un filo d’olio.

Cuocete in forno a 200°C per circa 20 minuti, coprendo la pirofila con un foglio di alluminio.

Togliete dal forno, e tagliate. Cospargete con una spolverata di parmigiano a piacimento.

Servite calda o tiepida.

 

 

Share

Calamari al pompelmo rosa e pomodorini

Share

Questa è la Settimana degli Agrumi secondo il Calendario Italiano del Cibo di AIFB e per questa occasione mi sono preparata questi calamari al pompelmo rosa e pomodorini pachino!

In casa mia, purtroppo, figlie e marito non sono grandi amanti del pesce, quindi in genere, tocca sempre a me adattarmi a cucinare le loro ricette preferite, ad esempio il risotto alla salsiccia di qualche giorno fa (che poi in realtà è buonissimo e me lo sono divorato anche io!!!).

Oggi invece mi sono voluta concedere un piatto tutto per me, cucinandomi questi calamari al pompelmo rosa e pomodorini pachino. E me li sono anche divorati tutti da sola!!!

calamari al pompelmo rosa

Il pompelmo non è uno dei miei agrumi preferiti, ma adoro l’abbinamento tra pompelmo rosa e piatti di pesce. Infatti il pompelmo rosa regala un tocco fresco e quel pizzico di asprezza, che smorza il dolce dei calamari e per di più conferisce al piatto un colorito rosato molto piacevole.

Questa ricetta di calamari al pompelmo e pomodorini pachino, si prepara velocemente ed è buono sia come secondo piatto, sia come condimento per la pasta!

Calamari al pompelmo rosa e pomodorini

Ingredienti

40o gr di calamari puliti 

15 pomodorini pachino

1 porro

pompelmo rosa (il succo)

1/2 cucchiaino di dado vegetale home made

olio d’oliva

farina q.b.

Per i calamari è possibile utilizzare sia quelli freschi, sia quelli congelati.

Procedimento

Sciacquare i calamari sotto l’acqua fresca corrente. Asciugarli e tagliarli a tocchetti.

Passarli velocemente nella farina.

In una pentola antiaderente, scaldare poco olio e aggiungere il porro tagliato a listarelle sottili e i pomodorini pachino tagliati a metà.

A metà cottura aggiungere i calamari ed il dado vegetale. Se i calamari si dovessero asciugare troppo, aggiungere anche mezzo bicchiere di acqua tiepida.

Coprire e cuocere a fuoco lento per una decina di minuti.

Sfumare con il succo di pompelmo rosa e continuare la cottura per un paio di minuti.

Servire caldi come secondo piatto o utilizzare come condimento per la pasta.

calamari al pompelmo rosa

 

Share

Polpette di patate della Nonna

Share

Oggi ricorre la Giornata Nazionale delle Polpette nel Calendario Italiano del Cibo e a supporto dell’Ambasciatrice Elena Castiglione  vorrei dare il mio contributo con la ricetta delle polpette di patate.

Il Calendario Italiano del Cibo è un progetto dell’AIFB (Associazione Italiana Food Blogger) di rilevanza Nazionale, secondo il quale, in ogni giorno dell’anno, si festeggia una specialità gastronomica della nostra terra, raccontando ricette, ricordi e usanze tramandate di generazione in generazione.

Oggi, 8 Gennaio, è la Giornata Nazionale delle polpette, siano esse di carne, di verdure o di pesce. Io ho scelto di festeggiare questa giornata con le mie polpette di patate; una ricetta a cui tengo moltissimo.

Le polpette di patate, infatti, mi ricordano le mie vacanze da bambina che trascorrevo quasi sempre da mia nonna. E lei, regolarmente, mi preparava queste polpette di patate, che io puntualmente divoravo appena cotte, senza nemmeno aspettare che le mettesse in tavola!!

polpette di patate

Ora io le preparo spesso per le mie bambine, che, come me, le adorano!

Le polpette di patate, inoltre, sono molto versatili, possono essere servite, nella loro versione più piccola, come antipasto in una cena informale, fanno la loro superba figura sul buffet di un finger food party, oppure possono costituire un secondo piatto completo.

E se ne avanza qualcuna (dico se, perché da noi non capita quasi mai!!), possono essere servite anche il giorno successivo alla preparazione, accompagnate con una salsa di pomodorini freschi, aglio e basilico: da veri intenditori!!

La versione originale prevede che le polpette di patate siano fritte, ma vorrei sfatare questo mito della polpetta fritta, assicurandovi che cotte in forno, come quelle che vi propongo qui, sono altrettanto buone. Anzi, a mio parere , sono ancora migliori!!

Polpette di patate della Nonna

Ingredienti (per 4 persone)

4  Uova
7  Patate Grandi
8 cucchiai formaggio parmigiano o grana grattugiato
2  fette spesse di Prosciutto Cotto tagliate a dadini (circa 100 gr in tutto)
Prezzemolo q.b.
sale q.b.
pan grattato per la panatura.

Procedimento

Tagliate le patate a fettine sottili e cuocetele al vapore (oppure in pentola a pressione).

Tritate il prosciutto cotto e il prezzemolo.

In una ciotola, schiacciate le patate con l’aiuto di una forchetta, unite le uova, il prosciutto, il prezzemolo tritato e il sale. Amalgamate il tutto.

Formate delle polpette e passatele nel pan grattato.

polpette di patate

Cuocetele in forno caldo per circa 15-20 minuti.

Se preferite la versione fritta, a questo passaggio, friggetele in abbondante olio di semi caldo.

Accompagnatele con verdure crude in pinzimonio.

polpette di patate


 

Se volete conoscere tutte le specialità gastronomiche festeggiate secondo il Calendario Italiano del Cibo, potete consultare il Calendario interattivo sul sito AIFB; per ogni giorno tante ricette, racconti e cenni storici sui piatti della nostra tradizione culinaria.


 

Share

Hamburger di soia alle verdure

Share

Per la serie: “Tutti pazzi per gli Hamburger“, oggi abbiamo preparato gli hamburger di soia alle verdure.

Gli hamburger di soia alle verdure, insieme agli hamburger di quinoa alle verdure  e quelli di quinoa e lenticchie, sono una valida alternativa ai classici hamburger di carne e possono essere mangiati anche più volte la settimana!

Facili e veloci da preparare (si preparano in 10 minuti!), gli hamburger di soia alle verdure rappresentano anche un ottima maniera per far mangiare le verdure ai bambini .

Ma non fate come me; stavolta ho lasciato le verdure a pezzi troppo grandi e così le mie bambine si sono accorte della presenza di “cose verdi” e “cose arancioni” nell’impasto degli hamburger e si sono insospettite…

Hamburger di soia alle verdure

Ingredienti

60 gr di soia a fiocchi

2 carote, sedano cipolla (o altre verdure a piacere)

2 uova

sale, pepe a piacere

Procedimento

Per questi hamburger di soia alle verdure ho utilizzato la soia a fiocchi, che si trova comunemente in commercio nei negozi biologici e nei grandi supermercati.

Prima di essere utilizzata la soia a fiocchi deve essere idratata, lasciandola cuocere in acqua bollente per 10 minuti. Una volta cotta, va scolata e strizzata bene; dopodiché può essere utilizzata per qualsiasi preparazione.

Scottate le verdure in acqua calda per qualche minuto, poi tagliatale a dadini piccoli.
Per meglio “confondere le idee” consiglio di frullare le verdure nel mixer.

Amalgamate le verdure con la soia idratata e le uova. Unite sale e pepe e mescolate bene.

Scaldate un po’ d’olio in una padella antiaderente.

Versatevi un cucchiaio di composto e cuocete 5 minuti per lato, fino a che gli hamburger di soia alle verdure non sono dorati.

Potete servire abbinati a verdure lesse o nella versione fast-food, all’interno del classico panino per hamburger, aggiungendo insalata pomodoro e un filo di maionese.

 

Share