Archive for Ricette con Pasta Madre – Page 2

Panettone con lievito madre Bimby

Share

Che Natale sarebbe senza Panettone? E se panettone deve essere, che sia Panettone con lievito madre Bimby, a lievitazione naturale!

Quest’anno sono partita “abbastanza” in anticipo con le ricette per il Natale.
In questo weekend, fortunatamente più lungo del solito, ho finalmente trovato il tempo per la prima prova del Panettone con lievito madre Bimby.

Il Bimby si è rivelato, come al solito, un validissimo e affidabilissimo compagno in cucina, insuperabile negli impasti!!! Già, perché di fondamentale importanza per la buona riuscita di queste ricette a lunga lievitazione è l’impasto.

Nelle pasticcerie utilizzano le planetarie per preparare questi tipi di impasto. Noi a casa possiamo utilizzare il Bimby, che funziona come una planetaria professionale. Grazie all’ausilio di questi strumenti, l’impasto risulta morbido e omogeneo e lavorato alla perfezione. A mano è abbastanza complicato (ma non impossibile!) ottenere lo stesso risultato, occorrono molta forza nelle braccia e una grande esperienza nei movimenti.

La precisione dell’impasto incide sulla riuscita e sui tempi della  lievitazione. Questo l’ho sperimentato di persona: diverse volte mi è capitato, infatti, di buttare tutto nella pattumiera perché l’impasto era risultato troppo duro e non era lievitato, o al contrario troppo liquido.

Così ho deciso di affidarmi al Bimby per impasti complessi, come quello del Panettone con lievito madre. Ed ho avuto ragione:

impasto antistress
I numeri di questa primo esperimento del Panettone con lievito madre Bimby sono:
3. Il numero di impasti che sono necessari per questa ricetta.
24. Il numero di ore di lievitazione.
10. Il voto che ho dato al risultato finale!!!

Non fatevi impressionare, la ricetta non è così laboriosa come potrebbe sembrare e c’è sempre il Bimby che ci viene in aiuto nei momenti più critici.

Per i tempi basta un po’ di organizzazione.

Per esempio, io ho cominciato a preparare il “lievitino” il sabato mattina, dopo colazione; il primo l’impasto dopo pranzo ed il secondo dopo cena. Ho lasciato lievitare tutta la notte ed ho infornato la domenica mattina a colazione. In questo modo; adattando l’impasto ai miei orari, (e non viceversa!!) tutto è risultato abbastanza semplice; non ho dovuto neanche rimettere la sveglia per sistemare l’impasto (come mi è capitato per le schiacciate di Pasqua).

Se volete utilizzare il lievito di birra invece del lievito madre, considerate almeno un cubetto d lievito fresco per la dose riportata e diminuite i tempi di lievitazione .

Panettone con lievito madre Bimby

Ingredienti (per circa 1,5 Kg di panettone)

Queste sono le dosi in totale che servono per l’impasto
– 500 gr Farina 0
– 180 gr Farina 00
– 120 gr Lievito madre
– 180 gr Zucchero
– 3 Uova
– 3 Tuorli
– 150 gr Burro
– 95 gr Acqua
– 7 gr Sale
– 200 gr Uvetta Sultanina
– 150 gr Arance candite a cubetti
– 150 gr canditi misti a cubetti
– 1 cucchiaio Zucchero Vanigliato

Queste sono le dosi per i diversi passaggi:

Per il primo impasto

  • 50 gr Farina 00
  • 50 gr Farina 0
  • 1 Tuorlo
  • 5 gr Zucchero
  • 50 gr Acqua
  • 60 gr Lievito madre

 

Per il secondo impasto

  • 410 gr Farina 0
  • 90 gr Farina 00
  • 170 gr Zucchero
  • 2 Tuorli
  • 3 Uova intere
  • 7 gr Sale
  • 150 gr Burro (morbidissimo)
  • 100 gr Arance candite a cubetti
  • 200 gr uva sultanina (secondo i gusti)
  • 50 gr Cedro candito a cubetti
  • 1 cucchiaio (o Zucchero Vanigliato)

Per il lievitino

  • 40 gr Farina 00
  • 40 gr Farina 0
  • 60 gr Lievito madre
  • 45 gr Acqua
  • 5 gr Zucchero
  • 1 tuorlo

Procedimento

Il  lievitino

Inserire nel boccale il lievito madre, lo zucchero e l’acqua. 15 Sec. Vel. 4.

Unire la farina, il tuorlo e lo zucchero. Impastare. 20 Sec. Vel. 3 e, poi, 3 Min. Vel. Spiga.

Lasciare lievitare finché triplica il volume iniziale (circa 3 ore).

panettone con lievito madre-lievitino


Il primo impasto

Sciogliere il lievitino precedentemente preparato con l’acqua tiepida e lo zucchero, 10 sec, velocità 4.

Rimettere il lievitino nel boccale, aggiungere tutti gli ingredienti (compreso il lievito sciolto) e impastare. 30 Sec. Vel. 3 e, poi, 2 Min. Vel. Spiga.

Lasciare lievitare nel boccale finché triplica il volume iniziale.

 


Il secondo impasto

Aggiungere al primo impasto la farina, zucchero, tuorli, uova, zucchero vanigliato, sale e burro.

Impastare il tutto. 40 Sec. Vel. 3-4 e, poi, 5 Min. Vel. Spiga.

Versare il composto in una ciotola capiente ed amalgamare bene a mano incorporando la frutta candita e l’uvetta.

panettone con lievito madre Bimby

Versare l’impasto in contenitori di carta per Panettoni.

Lasciare lievitare l’impasto coperto con della pellicola.

A termine lievitazione, mettere un pentolino con acqua nel forno e cuocere il Panettone a 170°C per circa 20 minuti.

 

panettone con lievito madre

Queste dosi sono sufficienti per riempire due stampi di carta per panettone di dimensione media.

Io ne ho usato uno a forma di stella, che ho riempito con metà dell’impasto.

Idea regalo

Potete suddividere l’impasto anche in stampini più piccoli, tipo quelli per i Muffin, per realizzare panettoni mignon, monoporzione, da regalare.

panettone con lievito madre bimby

 

Varianti

Questo Panettone con lievito madre Bimby è personalizzabile in base ai gusti personali; per esempio potete sostituire l’uvetta con le gocce di cioccolato, aggiungere altri tipi di canditi o glassare con la classica glassa di mandorle e zucchero.

Nel Panettone che ho realizzato per il consumo familiare, non ho messo l’uvetta e l’ho lasciato senza glassa perché a noi piace così; meno elaborato. Per i panettoni che regalerò, invece, utilizzerò la classica versione canditi, uvetta e glassa per le persone più tradizionali e la variante solo gocce di cioccolato (miste fondente, latte e bianco, per dare una nota cromatica alla fetta) per i più golosi.

A voi la scelta per il vostro Panettone!!!!

Share

Focaccia cacio e pere

Share

Al contadino non far sapere quanto è buono il cacio con le pere? 

Dice un famoso detto, e noi per esagerare siamo andati oltre e abbiamo pensato addirittura ad una focaccia cacio e pere!

Beh, se cacio e pere sono buoni mangiati soli, figuriamoci insieme ad una focaccia realizzata con lievito madre e lievitata 24 ore!

Questa focaccia cacio e pere è un’altra di quelle ricette inventate e realizzate all’ultimo minuto, con il forno già acceso e la tavola già apparecchiata!

Avevo preparato l’impasto con il lievito madre (se volete saperne di più sul lievito madre, potete leggere questo articolo) come una normale pasta per la pizza (la ricetta completa, qui) e la mia idea era quella di cucinare delle focacce per accompagnare un semplice piatto di salumi e formaggi.

Poi, mentre stavo stendendo la pasta, mi è venuta in mente l’idea di realizzare una focaccia al formaggio, visto che avevo una buona dose di formaggi in frigo.  Passando davanti al cesto della frutta, inoltre, ho notato anche le pere, che avevo appena acquistato e mi sono ricordata del famoso detto: “Al contadino non far sapere quanto è buono il cacio con le pere“.

focaccia cacio e pere

Ed è stato allora che ho pensato di realizzare questa focaccia cacio e pere.. è stata un successone! In famiglia hanno gradito tutti, dato che siamo dei grandi appassionati di focaccia e anche dei gran golosi di formaggio.

Focaccia cacio e pere

Ingredienti

1 dose di pasta per la pizza con lievito madre come da ricetta

2 pere williams

formaggio a piacere

Noi abbiamo utilizzato: gorgonzola piccante, provola, e scamorza a fette

Procedimento

Preparate l’impasto per la pizza, come da ricetta base, e lasciate lievitare almeno 24 ore.

Stendete l’impasto a mano lasciandolo abbastanza alto.

Cuocetelo in forno caldo a 200 °C per 10 minuti.

A questo punto aggiungete i formaggi e continuate la cottura in forno per altri 5 minuti.

Infine aggiungete le pere tagliate a fettine fini e ripassate il tutto in forno per altri 5 minuti.

Servite calda.

 

Share

Fiore di brioche al limone

Share

Che colazione sarebbe senza una brioche?

E se poi si tratta di un fiore di brioche allora è proprio una colazione da “Signori”!!

Questa ricetta del fiore di brioche al limone è realizzata con il mio amato lievito madre, immancabile compagno di tutte le mie preparazioni panificate (…e ormai considerato come “un terzo bimbo”..) ed i limoni del nostro albero, che come ho già detto, quest’anno ci ha regalato un raccolto superbo (se volete, potete leggere alcune ricette a base dei nostri limoni ai seguenti link: crostata di limoni, limonata, marmellata di limoni).

Il fiore di brioche al limone è una variante “alleggerita” e “modificata” del tradizionale pan brioche, di cui ho già ampiamente parlato qui:

Alleggerita, perché senza uova (lo so; ora qualcuno mi dirà, ancora, che le uova non fanno male, e va bene; ma io, in particolare, non le digerisco, quindi per me le ricette senza uova sono più leggere di quelle con);

Modificata, perché ho utilizzato una serie di ingredienti diversi rispetto alle ricette originali, fra i quali lo sciroppo d’acero e la farina di grano saraceno.

fiore di brioche

Ormai dovreste conoscermi…sapete che adoro modificare le ricette e sperimentare, anche se a volte non ottengo proprio i risultati che vorrei, ma sono convinta che, in cucina, ci sia rimasto ben poco da inventare da zero e che l’abilità di un cuoco stia piuttosto nel reinventare, ovvero modificare, trovare nuovi abbinamenti e provare diverse soluzioni

E quindi, andiamo a vedere come si prepara questo fiore di brioche al limone

fiore di brioche

Fiore di Brioche al limone

Ingredienti

Per l’impasto:

250 gr di farina 0

250 gr di farina di grano saraceno

250 gr di latte di soia

200 gr di lievito madre, rinfrescato la sera prima

1 limone biologico, la buccia ed il succo

60 gr di olio d’oliva

10 gr di sciroppo d’acero

Per la decorazione:

1 cucchiaino di marmellata di albicocche

granella di zucchero colorata.

Procedimento per l’impasto senza il Bimby

Lavate e Sbucciare il limone, togliendo solo la parte gialla.

Tritate finemente la buccia con il mixer .

Scaldate il latte di soia leggermente.

Sciogliete il lievito madre nel latte.

Aggiungete le farine miscelate, l’olio di oliva, il succo di limone e lo sciroppo d’acero.

Impastate fino ad ottenere un impasto liscio ed omogeneo.

Formate un palla e lasciate lievitare in luogo riparato per circa 3 ore.

 

Procedimento per l’impasto con il Bimby

Lavate e Sbucciare il limone, togliendo solo la parte gialla.

Tritate finemente la buccia nel boccale 5 sec, vel.5 e tenete da parte.

Nel boccale pulito, scaldate il latte di soia 1 minuto, 37°C, vel.2.

Sciogliete il lievito madre nel latte, 10 sec. vel.4.

Aggiungete le farine miscelate, l’olio di oliva, il succo di limone e lo sciroppo d’acero.

Impastate 3 min, vel. spiga.

Formate un palla e lasciate lievitare in luogo riparato per circa 3 ore.

Fiore di brioche-impasto

Preparazione del fiore di brioche

Trascorse le 3 ore, riprendete l’impasto e dividitelo in 5 parti uguali.

Formate delle palline.

Adagiatele su una teglia da forno ricoperta di carta da forno, formando un fiore.

Fiore di brioche- formazione fiore

Lasciate lievitare per 12 ore.

Cuocete il fiore di brioche in forno caldo a 170°C per circa 35-40 minuti.

Sfornate e lasciate raffreddare.

Spalmate sulla parte centrale del fiore di brioche un velo di marmellata di albicocche e guarnite con coriandoli di zucchero colorati.

Conservazione

Questo fiore di brioche si conserva morbido per circa 1 settimana, chiuso in un sacchetto per alimenti o in un contenitore per dolci.

 

Che ne dite, meritava di essere acceso il forno per questa fior fiore di ricetta?

Fiore di brioche

Le caratteristiche del fiore di brioche

Questa ricetta del fiore di brioche è:

  1. adatta alla dieta vegana,
  2. senza uova
  3. senza zuccheri raffinati
  4. senza farine raffinate
  5. altamente digeribile

 

Share

Tigelle con pasta madre

Share

Per la serie “non si butta via nulla” oggi ho sperimentato queste tigelle con pasta madre. Di pasta madre in questo momento ne ho in abbondanza e non sempre riesco a preparare pane, pizza o dolci, così finisce che al rinfresco successivo la quantità aumenta ancora e finisce che devo buttarne via un po’.

Dato che non amo buttare via il cibo, mi sembra uno spreco inutile ed evitabilissimo, ho provato ad utilizzare lo “scarto” per preparare queste tigelle con pasta madre in avanzo ancora non rinfrescata. (Se volete saperne di più della pasta madre e di come si rinfresca, leggete qui).

Questo preparazione è molto veloce perché non necessita di lievitazione; è necessario però aggiungere un po’ di bicarbonato di sodio alla preparazione per neutralizzare l’acido della pasta madre vecchia.

Queste tigelle con pasta madre sono ottime da consumare come pane per accompagnare i vostri piatti o da utilizzare come focacce. Riempite con formaggio spalmabile e salumi sono un ottimo piatto da portare in spiaggia!

tigelle con pasta madre

Le tigelle con pasta madre  

Ingredienti

320 gr di pasta madre non rinfrescata

acqua q.b. per il bagnetto

1 cucchiaino di zucchero

1 cucchiaino di bicarbonato di sodio

sale q.b.

olio di oliva per spennellare

tigelle con pasta madre

Procedimento

Il bagnetto

Prima di procedere alla preparazione delle tigelle occorre effettuare il bagnetto alla pasta madre per addolcirla ed eliminare parte del sapore acidulo.

Per il bagnetto, mettete la pasta madre in un barattolo di vetro o una boule e aggiungete tanta acqua quanto basta per ricoprirla. Sciogliete nell’acqua un cucchiaino di zucchero. Lasciate riposare per 30 minuti.

Le tigelle

Trascorsi i 30 minuti scolate la pasta madre, aggiungete un cucchiaino di bicarbonato e lavorate l’impasto su una spianatoia molto bene infarinata, senza aggiungere altra farina alla preparazione.

Dividete l’impasto in 4 parti e formate quattro schiacciatine con le mani.

tigelle con pasta madre

Oliatele in superficie e salate.

Cuocete in forno caldo a 200°C per 10 minuti.

Farcite a piacere!!

 

 

Share

Focaccia pugliese con lievito madre

Share

E’ Domenica sera e, per di più, piove! Per consolarmi mi voglio (e vi voglio)  proiettare già verso il prossimo week-end (con un giorno in più; finalmente!!) con questa ricetta della focaccia pugliese con il lievito madre; da preparare per la gita fuori porta del Primo Maggio…Sempre che il tempo ci assista.

Ormai ci conoscete; adoriamo la pizza e le focacce in tutti i gusti e versioni possibili, ma deve essere preparata rigorosamente con il lievito madre!

focaccia pugliese-impasto

La focaccia pugliese è adatta ad essere mangiata da sola o come accompagnamento per salumi e formaggi, ma anche servita insieme ad un buon aperitivo. E’ una focaccia morbida, grazie alla presenza delle patate nell’impasto, e rimane morbida anche il giorno successivo alla cottura: ottima, quindi, per i pic-nic!!!

In questo impasto della focaccia pugliese abbiamo utilizzato due tipi di farina: la farina 0 e la farina 1, (che è una farina meno raffinata della 0, con un più alto valore di crusca), per dare alla nostra focaccia pugliese un sapore ancora più rustico.

La preparazione della focaccia pugliese è facilissima, basta ricordarsi prima di cuocere le patate al vapore, però!!! La riuscita è spettacolare!!

focaccia pugliese

Focaccia Pugliese

Ingredienti ( per 1 teglia)

200 gr di lievito madre (o 1 cubetto di lievito di birra)

300 gr di acqua naturale tiepida

250 gr di farina 0

250 gr di farina 1

150 gr di patate

30 gr di olio EVO

1 cucchiaino di miele

1 pizzico di sale

20 pomodorini pachino

origano, sale, olio EVO q.b.

Preparazione

Cuocete le patate al vapore per circa 15 minuti. Fatele raffreddare e tenetele da parte.

Schiacciate le patate o passatele allo schiacciapatate.

Sciogliete il lievito madre nell’acqua tiepida ed il miele.

Aggiungete le farine mescolate, le patate schiacciate, l’olio e il sale.

Impastate fino ad ottenere un impasto liscio ed omogeneo.

Coprite l’impasto con un canovaccio e lasciatelo riposare in luogo caldo per almeno 12 ore.

Prima di riprendere l’impasto, tagliate i pomodorini a metà e metteteli in infusione con l’olio di oliva, l’origano e il sale.

Al termine della lievitazione, stendete l’impasto con le mani su una placca da forno ben oleata.

Adagiatevi sopra i pomodorini e premeteli bene l’impasto. Aggiungete anche tutto il liquido di infusione dei pomodorini.

IMG_4849

Cuocete in forno caldo ventilato per circa 20 min a 180°C.

Sfornate e tagliate la focaccia pugliese  a quadratini.

Servite subito.


Se invece volete conservare la focaccia pugliese per il giorno successivo, lasciatela prima raffreddare su una griglia in modo da far espellere tutta l’umidità.

Una volta raffreddata, avvolgete la focaccia pugliese in un foglio di carta gialla e successivamente in un foglio di alluminio per alimenti.

Share