Archive for Primi piatti

Risotto zafferano e salsiccia con porri e burro alle noci

Share

Questo risotto zafferano e salsiccia con porri e burro alle noci è la ricetta ideale per una piovosa domenica di  Maggio (che sembra Novembre)

Durante tutta la settimana, ho pensato a cosa avrei potuto cucinare per questa Domenica; essendo l’unico giorno in cui pranziamo tutti insieme, cerco sempre qualcosa di particolare o diverso.

Avevo in mente una bella insalata di riso fredda, leggera e colorata, magari da gustare in giardino per inaugurare la stagione estiva, e invece il meteo mi ha fatto cambiare programma all’ultimo minuto.

Per una giornata con temperature molto poco primaverili, ci voleva qualcosa di caldo e corposo, proprio come questo risotto zafferano e salsiccia con porri, mantecato con burro alle noci.

Una ricetta semplice, che richiede poco impegno ai fornelli, ma che regala al palato una piacevole coccola  grazie all’armonia dei sapori.

Lo zafferano impreziosisce (in tutti i sensi) il piatto con una nota di colore giallo, che richiama ancora i colori (e sapori) dell’inverno, e con la sua preziosità e raffinatezza, contrasta con la salsiccia e il porro, ingredienti prettamente semplici e rustici. Il burro alle noci fa da paciere fra i due estremi di questa ricetta, amalgamando insieme tutti i sapori.

risotto zafferano e salsiccia

Il risotto allo zafferano e salsiccia con porri e burro alle noci rappresenta il nostro saluto a questo lungo inverno, che ancora oggi fa sentire la sua ingombrante presenza. Ma per quanto interminabile e spietato possa sembrare, prima o poi anche quest’anno l’inverno lascerà il posto alla più mite e comprensiva primavera.

E finalmente potremmo sbizzarrirci con ricette più frizzanti e colorate.

 

Questa ricetta partecipa al Contest Rice Food Blogger 2017 – Chef Giuseppina Carboni, in collaborazione con Associazione Italiana food Blogger Risate&Risotti, Chef Academy e Chef&Maitre.

Risotto zafferano e salsiccia con porri e burro alle noci

risotto zafferano e salsiccia

Ingredienti

320 g di riso carnaroli

1 salsiccia

1 porro

1 l di brodo vegetale

olio d’oliva

vino bianco q.b.

burro alle noci (1 cucchiaio)

 

Procedimento

In una casseruola versare un cucchiaio d’olio e far soffriggere il porro, tagliato a listarelle e la salsiccia.

Quando il porro è imbiondito, aggiungere il riso e saltare per un minuto.

Sfumare con il vino bianco.

Aggiungere a poco a poco il brodo vegetale ben caldo e continuare la cottura mescolando spesso.

Nei miei risotti non aggiungo sale, perché utilizzo del brodo vegetale realizzato con il mio dado vegetale fatto in  casa che è molto salato e saporito.

Indicativamente, per questa quantità di riso dovrebbero occorrere tra i 900 ml e 1l di brodo, ma su questo io vado molto “a occhio” e siccome preferiamo i risotti più asciutti, ne uso un pò meno.

Mantecare con il burro alle noci e servire subito!

 

Share

Gnocchetti di farina di ceci

Share

Oggi pranziamo con i nostri gnocchetti di farina ceci, fatti in casa!!

Gli gnocchetti di farina di ceci, rappresentano una variante dei classici gnocchi, di cui oggi  il Calendario del Cibo Italiano di AIFB, festeggia la Giornata Nazionale.

Io volevo dare il mio personale contributo all’Ambasciatrice della Giornata,  Susanna Canetti, con questa versione che prevede l’utilizzo della farina di ceci, al posto della farina 00.

Ho sperimentato questa ricetta, così, per curiosità. Infatti, l’idea di preparare la pasta fresca con la farina di ceci mi intrigava parecchio: ero curiosa di conoscerne il sapore….

Avevo già utilizzato la farina di ceci per preparazioni diverse, come la fari-frittata di patate (che le bambine hanno divorato prima ancora che arrivasse a tavola…), ma mai nella pasta fresca .

E invece, il risultato è veramente da leccarsi i baffi.

gnocchetti di farina di ceci

 

Questi gnocchetti di farina di ceci sono facili di preparare come i classici gnocchi (basta trovare le patate giuste, che non sfarinino. Io generalmente uso quelle a pasta bianca o gialla..) e si possono condire allo stesso modo, ma hanno un sapore più deciso, grazie alla presenza di farina di ceci.

In questa ricetta io li ho saltati in padella semplicemente con il burro ed ho aggiunto un rametto di rosmarino e una spolverata di pepe; ingredienti che si sposano bene con il sapore dei ceci.

Ma possono essere conditi anche con un classico sugo di pomodoro fresco, o con un ragù di carne per un pasto completo.

Il mio consiglio: utilizzare dei sughi piuttosto liquidi, perché questi gnocchi di farina di ceci tendono a rimanere molto compatti; quindi serve un accompagnamento che non sia troppo asciutto.

Gnocchetti di farina di ceci

Ingredienti (x 4-6 persone)

400 g d patate

100 g di farina di ceci

20 g di farina 0

sale q.b.

Per il condimento

burro q.b.

pepe

1 rametto di rosmarino

Procedimento

Lessate le patate  al microonde, come nella ricetta degli gnocchi di patate con farina di castagne.

Procedete a schiacciare le patate fino ad ottenere una purea compatta.

Nel frattempo, tostate in padella la farina di ceci, mescolandola, con un mestolo di legno, di tanto in tanto.

Unite le farine alle patate schiacciate, un pò alla volta, iniziando ad impastare.

La quantità di farina dipende dalle patate, per questo è importante aggiungerla un pò alla volta.

Impastate il tutto fino ad ottenere un composto liscio ed omogeneo.

Su di una spianatoia, formate dei bastoncini da cui ricaverete gli gnocchetti di farina di ceci.

Rigate gli gnocchi con il dorso di una forchetta.

gnocchetti di farina di ceci

 

Lessate gli gnocchetti di ceci, pochi alla volta: quando vengono a galla, scolateli con l’aiuto di una schiumarola.

In una padella sciogliete il burro con poco rosmarino.

Saltate gli gnocchi nel burro, disponeteli su un piatto e decorate con il rosmarino e una spruzzata di pepe.

Servite subito.

 

 

Share

Gnocchi di patate noci e gorgonzola

Share

Quasi allo scadere arriva anche la mia seconda proposta degli gnocchi di patate, la nuova sfida del mese di MTChallenge.

In casa nostra gli gnocchi di patate sono il piatto che va per la maggiore, nonché quello che mette tutti d’accordo. Da quando poi, grazie ai suggerimenti di Annarita, ho scoperto la cottura delle patate al microonde, preparare gli gnocchi di patate in casa è diventato ancora più semplice.

gnocchi di patate con farina di castagne

Avevo già sperimentato la cottura al microonde anche per la realizzazione della precedente ricetta degli gnocchi di patate con farina di castagne, e ne sono rimasta entusiasta.
Così, non solo ho replicato, ma ho anche esteso il metodo di cottura ad altre verdure.

Con la stessa tecnica, infatti, ho in pochi minuti cotto anche carote e zucchine, con il risultato che in casa sprigiono meno vapore, le verdure cuociono ma rimangono belle sode e soprattutto sono molto più saporite (e nutrienti).

Ma ritornando ai nostri gnocchi di patate, per questa ricetta sono ritornata sul classico, dopo aver sperimentato la farina di castagne (e anche quella di ceci, di cui conoscerete i risultati a breve).
Così ho preparato la ricetta originale, sempre seguendo le indicazioni di Annarita, che ho condito poi con una salsa di noci e gorgonzola.

dsc_0691

Nonostante, per un piatto come gli gnocchi di patate, io preferisca di gran lunga il condimento burro e salvia (ma anche solo burro, o addirittura solo un filo d’olio, tanto adoro questi gnocchi), la salsa noci e gorgonzola è un altro abbinamento perfetto.

Per realizzare una salsa piuttosto fluida, ma omogenea che potesse avvolgere bene gli gnocchi, ho fatto sciogliere il gorgonzola (per questa ricetta ho utilizzato quello dolce, per non coprire troppo il sapore degli gnocchi di patate) in due cucchiai di panna vegetale e aggiunto i gherigli di noce tritati solo al termine della cottura.

Gnocchi di patate noci e gorgonzola

Per gli gnocchi

400 g di patate (le migliori sarebbero a pasta bianca)
120 g di farina 0
1 pizzico di sale

Per la salsa

3 1/2 cucchiai di gorgonzola dolce
2 cucchiai di panna vegetale
50 g di gherigli di noce

Lessare le patate nel microonde, seguendo il procedimento descritto nell’articolo sugli gnocchi patate con farina di castagne.

Una volta lessate, sbucciarle e schiacciarle con lo schiaccia patate e amalgamare la farina, un pò alla volta.
É importante aggiungere la farina poco alla volta, durante la preparazione degli gnocchi, perché la quantità di farina necessaria alla preparazione, dipende dalla resa delle patate. Meno farina richiedono, meglio risulta l’impasto.

Una volta formato l’impasto omogeneo formare dei cilindri da cui ritagliare gli gnocchi. Rigarli con il dorso di una forchetta.

gnocchi di patate

Mettere a bollire una pentola capiente con abbondante acqua e un filo d’olio (io uso sempre l’olio, per la pasta fatta in casa, perché aiuta a non farla attaccare).

Nel frattempo sciogliere in padella il gorgonzola con la panna vegetale, mescolando bene con una forchetta di legno.

Tritare le noci grossolanamente e lasciarne alcune intere per decorazione e aggiungerle al gorgonzola al termine della cottura.

Lessare gli gnocchi nell’acqua bollente, per pochissimi minuti, scolare con una schiumaiola e saltarli delicatamente in padella con la salsa.

Servire subito, decorando con i gherigli di noce interi.

Share

Gnocchi di patate con farina di castagne per MTChallenge

Share

Gli gnocchi di patate con farina di castagne sono la mia prima proposta per la sfida del mese di MTChallenge.

Questi gnocchi di patate con farina di castagne,  rappresentano, inoltre, la mia prima ricetta dopo un lungo periodo di assenza dalla Cucina, con la “C” maiuscola.

E ne vado fiera!

Non mi sono mai veramente allontanata dalla cucina(non sarebbe stato possibile), né dal blog, ma avevo bisogno di un periodo di distacco, da vivere un pò in penombra, per pensare e poi ripartire meglio di prima.

E la spinta finale a riprendere in mano farine, mestoli e tastiera me l’ha fornita proprio MTChallenge con la sfida n° 59 a suon di gnocchi di patate!

gnocchi di patate con farina di castagne

In casa nostra gli gnocchi di patate mettono tutti d’accordo. Ci piacciono in tutte le salse e in tutte le stagioni. Così appena ho letto l’argomento della sfida del mese, non ci ho pensato due volte e sono corsa prepararli.

E mi mancava! Mi mancava veramente quella sensazione di serenità che mi regala affondare le mani nell’impasto, concentrarmi sui passaggi della ricetta, dimenticandomi di tutto il resto e  sperimentare qualche abbinamento insolito.

Avevo bisogno di sperimentare qualcosa di nuovo.

Così è nata questa versione degli gnocchi di patate con farina di castagne, che non avevo mai né cucinato, né assaggiato.

E sono venuti buonissimi!

gnocchi di patate con farina di castagne

Grazie soprattutto ai consigli  della vincitrice della sfida precedente, Annarita Rossi. Nel suo articolo, infatti, ci svela alcune accortezze per la buona riuscita di questo piatto. Gli gnocchi di patate, sono infatti un piatto semplice e molto conosciuto, ma altrettanto insidioso.

Questa ricetta degli gnocchi di patate con farina di castagne, è stato un esperimento su tutta la linea. A cominciare dalle patate lesse.

Per la prima volta ho provato, infatti a lessarle nel microonde, cosa che non avevo mai fatto.

In verità uso pochissimo il microonde (e questa cosa mi disturba un pò). Probabilmente perché non mi sono mai veramente addentrata a capire come impiegarlo per ottimizzare i processi in cucina.

Il risultato, invece, mi ha soddisfatto molto. Le patate non assorbono acqua, e questo è un vantaggio per la realizzazione degli gnocchi, e nella cottura a microonde non si perdono i nutrienti degli alimenti.

Inoltre, con questo metodo si può diminuire, come spiega sempre Annarita nel suo articolo, la quantità di farina nell’impasto degli gnocchi, a tutto vantaggio del risultato finale.

E per il condimento? ma ovvio! Il classico burro e salvia, il mio condimento preferito per gnocchi realizzati con farine particolari, perché consente di esaltare (e non coprire) il sapore dell’impasto.

In questo caso però ho azzardato utilizzando una salvia particolare: la Salvia Ananas.

Durante la mia visita a L’Ortofruttifero, avevo infatti acquistato una piantina di Salvia Ananas, per iniziare a provarla nelle mie ricette.

Sicuramente ottima nelle macedonie e insalate, la Salvia Ananas però non mi ha deluso nemmeno in abbinamento con questi gnocchi.

Gnocchi di patate con farina di castagne

Ingredienti per gli gnocchi

600 g di patate a pasta gialla

50-60 g di farina 00

50 – 60 g di farina di castagne

sale, un pizzico

Ingredienti per il condimento

1 noce di burro,

2 foglie di Salvia Ananas

1 spruzzata di pepe

Procedimento

Lavare le patate con la buccia e adagiarle su una pirofila di vetro, adatta al Microonde.

Coprire con carta da forno.

Cuocere alla massima potenza per circa 12 minuti (o di più se le patate sono grandi). Ad intervalli di 3 minuti, girare le patate.

Sbucciare le patate ancora calde e schiacciarle su una spianatoia, separandole bene per far uscire più vapore possibile.

Unire le farine a poco a poco e impastare.

La dose di farina è variabile perché dipende molto dalle patate.

Formare un impasto omogeneo, staccarne dei pezzetti da cui ricavare gli gnocchi.

gnocchi di patate con farina di castagne

Con il dorso di una forchetta, realizzare le classiche righe sugli gnocchi.

Mettere a bollire una pentola capiente d’acqua salata e aggiungere un filo d’olio.

Versare gli gnocchi, un pò alla volta, e toglierli con l’aiuto di una schiumaiola dopo un paio di minuti.

Saltarli in padella con la noce di burro, condire con una spruzzata di pepe e decorare con le foglie di salvia ananas.

 

gnocchi di patate con farina di castagne

 

 

 

 

Share

Farfalle di pasta fresca zucchine e crema di pecorino

Share

Le farfalle di pasta fresca zucchine e crema di pecorino sono il mio omaggio alla Giornata Nazionale delle zucchine secondo il Calendario del Cibo Italiano e di cui Camilla Assandri è Ambasciatrice.

La zucchina, diciamocelo pure, è un must della stagione estiva e chi ha la fortuna di avere un orto e di coltivarne qualche pianta, sa benissimo che quando cominciano a maturare lo fanno tutte insieme. Così ti ritrovi, nel giro di pochi giorni, ad avere il frigo invaso da zucchine!!

Anche noi quest’anno abbiamo avuto l’idea di provare a coltivarne alcune piante nel nostro orticello e da qualche settimana hanno cominciato a produrre zucchine in maniera spropositata…forse a fine estate non le potrò più nemmeno vedere.

Ma per adesso, considerando che è anche la mia verdura preferita, e che la aspetto per tutto l’inverno, mi diletto nel cucinarla in mille più uno modi!

Oggi per festeggiare la GN dedicata alla zucchina ho voluto proporre questo primo piatto semplice ma molto saporito con farfalle di pasta fresca zucchine e crema di pecorino.

pasta fresca zucchine

A mio avviso, la pasta fresca, anche un pò rustica, perché l’ho preparata con semola e farina di tipo 1, si sposa benissimo con il sapore e la consistenza della zucchina, leggermente trifolata in poco olio e cipolla.

La crema di pecorino, infine arricchisce il piatto contrastando il dolce della zucchina.

Farfalle di pasta fresca zucchine e crema di pecorino

Ingredienti

Per la pasta

250 g di farina di semola di grano duro rimacinata

250 g di farina di grano tenero tipo 1

300 g di acqua (calda)

pasta fresca zucchine

Per le zucchine

3 zucchine mature

1 scalogno o cipolla

1 cucchiaino di zafferano

1 cucchiaio di acqua.

Per la crema di pecorino

100 g di pecorino Toscano grattugiato

150 g di panna vegetale

sale e pepe q.b.

Procedimento

Per prima cosa prepariamo la pasta fresca, miscelando in una ciotola le due farine. Aggiungiamo l’acqua e impastiamo a mano velocemente per ottenere un impasto liscio e omogeneo.

Lasciamo riposare per mezz’ora.

Stendiamo la pasta su una spianatoia infarinata con semola e ricaviamo con un coltello piano delle strisce di pasta che poi andremo a dividere in rettangoli.

Pizzichiamo al centro il rettangolo di pasta per dare la forma della farfalla.

 

IMG_8715_01

 

Nel frattempo, tagliate le zucchine e dadini e fatele soffriggere insieme alla cipolla in poco olio. Aggiungere lo zafferano sciolto in poca acqua e cuociamo per circa 10 minuti.

Cuocere la pasta in abbondante acqua salata a cui avremmo aggiunto un filo d’olio.

Questo passaggio è utile quando si cuoce la pasta fresca perché evita che le farfalle si appicchino una con l’altra durante la cottura.

Mentre cuoce la pasta scaldate in un pentolino la panna vegetale, aggiungete il pecorino grattugiato e aggiustate di sale e pepe.

Scolate la pasta e saltatela in padella con le zucchine.

Nel piatto da porzione mettere un cucchiaio di crema di pecorino sul fondo e adagiarvi sopra le farfalle.

Servire subito.

 

Share