Archive for Contorni

Sottaceti invernali in variante colorata

Share

Sottaceti invernali in variante colorata, per dare un tocco di colore in questa stagione monocromatica.

Quest’inverno  i miei regali, da sempre home made, sono stati caratterizzati dalla presenza anche di una nota di colore, grazie a questi sottaceti invernali, in variante colorata.

L’idea di preparare questi sottaceti mi è venuta una domenica mattina, cercando qualche ricetta per preparare le verdure.

Spesso mi capita infatti di arrivare all’ultimo minuto, preparare un secondo veloce e non avere a disposizione niente da abbinare come contorno. I sottaceti rappresentano la soluzione a questo problema.

Se poi sono sottaceti home made, la soluzione è ancora migliore. Primo perché sappiamo come sono stati preparati, secondo perché si possono realizzare con le verdure che preferiamo.

Per questo Natale, quindi, ho pensato di realizzare e regalare queste confezioni di sottaceti invernali, in variante colorata utilizzando due varianti di cavolfiore: il classico cavolfiore bianco e il cavolfiore viola, che ho aromatizzato con del peperoncino, alloro e chiodi di garofano.

sottaceti invernali

Sottaceti invernali

Ingredienti (per 5 vasetti)

1 cavolfiore bianco

1 cavolfiore viola

4 carote

peperoncino, foglie di alloro, chiodi di garofano q.b.

500 ml di aceto bianco

500 ml di vino bianco

Procedimento

Pulire  pelare le carote e tagliarle a fettine.

Lavare il cavolfiore e tagliarlo a cimette.

Lasciare le verdure per qualche minuto in una ciotola con dell’acqua fredda.

Scottare poi le verdure in acqua bollente per 5  minuti e passarli nuovamente in acqua fredda.

Lasciarli asciugare su un canovaccio.

Nel frattempo sterilizzare i barattoli di vetro.

In una pentola, portare a ebollizione il vino bianco e l’aceto bianco.

Riempire i barattoli di vetro con la verdura asciutta, aggiungendo del peperoncino, una foglia di alloro e dei chiodi di garofano, a piacere.

Una volta riempiti i  vasetti con le verdure, aggiungere la miscela di vino e aceto ancora bollente.

Chiudere ermeticamente i barattoli e posizionarli rovesciati su un piano da lavoro.

Far riposare in luogo buio. I sottaceti saranno pronti per essere gustati dopo 3 settimane.

 

Share

Patate in padella croccanti (e non fritte)

Share

Patate in padella, croccanti senza essere fritte!

Questo piatto di patate in padella croccanti e filanti, è stato amore a prima vista.

Le ho viste, per la prima volta, sul blog della mia amica Valentina De Felice (se non avete ancora dato uno sguardo al suo “Profumo di Limoni“, correte subito! è bravissima), e me ne sono perdutamente innamorata.

Senza sapere cosa fossero, quali fossero le sue origini o come dovesse venire preparata la ricetta “da disciplinare” ho pensato:

Queste patate le devo assolutamente preparare.

In pratica questa ricetta delle patate in padella, nasce da una mia rielaborazione alla cieca di una foto di un piatto realizzato da un’altra persona.

E la cosa mi ha divertito un mondo, tanto che potrei prenderci gusto!

Ne è venuto fuori un contorno (m anche un piatto unico) da leccarsi i baffi.

patate in padella

La mia ricetta è ovviamente  diversa dall’originale; in questa versione ho utilizzato solo il formaggio a scaglie senza crema di latte, ma il risultato è ottimo comunque.

Pronto in 15 minuti, croccante (senza essere fritto) saporito e filante; ottimo a pranzo e cena e volendo anche come piatto unico, se lo arricchite di tanto formaggio, come abbiamo fatto noi.

 

Patate in padella, croccanti e filanti

Ingedienti

3 patate medie

scamorza affumicata

olio extra vergine di oliva

sale q.b.

rosmarino

 

Procedimento

Sbucciare le patate e lasciarle qualche minuto in una ciotola con dell’acqua fredda.

Tagliare le patate a fettine sottilissime, utilizzando il pelapatate (Attenzione alle dita!)

Ricoprire una padella antiaderente con un foglio di carta da fono.

Utilizzare una padella bassa, tipo quelle che si utilizzano per le crepes.

Disporre le fettine di patate sopra la carta da forno.

Aggiungere la scamorza, ridotta a fiocchi sempre utilizzando il pelapatate.

Condire con un giro d’olio.

Salare e unire il rosmarino.

 

Cuocere in forno a 180°C per circa 15 minuti, o fino a che le patate non saranno dorate.

Sfornare su un piatto da portata e servire subito.

patate in padella

Share

Melanzane sott’olio

Share

Melanzane sott’olio. Ovvero il primo esperimento della stagione “l’orto esplode”.

Già, perché come saprete benissimo, quando l’orto comincia a produrre, produce tutto insieme e quindi bisogna correre ai ripari cercando di sfruttare al massimo tutto il ben di Dio che matura giornalmente.

Così, dopo le zucchine, ora è arrivato il momento delle melanzane, di cui andiamo particolarmente fieri, perché le abbiamo piantate insieme a mia figlia piccola (la giardiniera di casa) direttamente dai semi (in genere invece prendiamo direttamente le piantine, che hanno maggiore probabilità di successo).

melanzane sott'olio

Le abbiamo piantate quasi per gioco, credendo che forse ne avremmo ottenuto 1 o 2 piante al massimo, e invece sono nate tutte (grazi anche alla cura del nonno, ortolano d.o.c) e stanno nascendo delle melanzane fantastiche!

Vi potete immaginare la gioia di mia figlia, quando ha raccolto la sua prima melanzana!!!

Così, in occasione della Settimana della Melanzana, per il Calendario del Cibo Italiano, di cui Marina Bogdanovic è Ambasciatrice, ho deciso di provare a preparare questa versione delle melanzane sott’olio.

Melanzane sott’olio

melanzane sott'olio

Ingredienti

3 melanzane grandi

450 g di aceto bianco

350 g di acqua tiepida

sale q.b.

timo, peperoncino o altre erbe aromatiche  a piacere

Vasi di vetro a chiusura ermetica.

Procedimento

Lavare e tagliare le melanzane a rondelle.

Metterle in uno scolapasta con il sale e lasciarle scolare per almeno una notte.

Sciacquare ed asciugare le melanzane.

Togliere la buccia e tagliare a dadini o striscioline (non troppo sottili)

Scottare le melanzane nella miscela di acqua e aceto per qualche minuto.

Scolare con una schiumarola e lasciare asciugare su un canovaccio pulito.

Sterilizzare i vasi bollendoli in pentola per circa 20 minuti, oppure passandoli in microonde alla massima potenza per qualche minuto.

Riempire con le melanzane, le erbe aromatiche e ricoprire completamente di olio.

Chiudere ermeticamente e conservare al buio.

Dopo un paio di giorni dalla preparazione verificare che il livello dell’olio non sia sceso.

Eventualmente aggiungere altro olio affinché le melanzane rimangano sempre coperte.

Lasciare riposare circa 1 mese prima di consumare.

Le melanzane sott’olio rappresentano un ottimo contorno freddo, oppure un condimento per le insalate di riso!.

melanzane sott'olio

 

 

 

 

Share

Insalata mele noci

Share

Terminate le abbuffate di queste Vacanze Natalizie pensiamo a rimetterci in forma con questa insalata mele noci: depurativa, leggera e anche saziante.

Durante le Feste ci siamo concessi qualche stravizio in più mangiando cibi elaborati e anche qualche fetta di panettone di troppo? Allora nei giorni di “calma” da tour de force culinario depuriamo il nostro organismo con qualche piatto più leggero ( senza rinunciare al gusto!!!), come ad esempio l’insalata mele noci.

L’insalata mele noci è un piatto semplice, leggero e ricco di vitamine e omega 3, condita con semplice olio extravergine di oliva o con vinagrette, permette di saziarci senza appesantirci e depura il nostro organismo dopo pasti abbondanti.

Qui ho preparato la versione semplice, ma potete arricchirla con gli ingredienti che più preferite come mandorle e albicocche essiccate o spicchi di arancia e mandarino.

Se invece preferite un’insalata altrettanto salutare, ipocalorica e digestiva potete provare l‘insalata invernale con finocchio e arance.

Insalata mele noci

Ingredienti

Insalata valeriana

1 mela Fiji o Golden

noci, semi di zucca, sesamo q.b.

olio extravergine di oliva

Per questa insalata mele noci, volutamente, non  fornisco  le quantità degli ingredienti: quelle decidetele voi in base alla vostra fame. Faccio solo una precisazione: considerate che 5-10 noci al giorno costituiscono già il pieno di Omega 3 giornaliero e che questa insalata è un piatto da “remise-en-forme” , per cui non abbondate troppo!

Share

Gateau di patate

Share

Stasera ricetta di origine Partenopea, tipica della cucina Campana e Siciliana: il Gateau di Patate (chiamato anche Gattò, ma io preferisco il nome alla Francese…).

Il gateau di patate è un piatto unico, molto semplice e dal sapore rustico, molto simile ad una pizza (infatti viene anche chiamato pizza di patate), adatto ad essere consumato sia caldo sia freddo.

La base del gateau di patate sono (ovviamente) le patate lesse, e nella bontà e nella pasta delle patate sta la riuscita del piatto. Per questa ricetta io ho utilizzato le patate novelle dell’orto, che già da sole sono una prelibatezza!!

Il gateau di patate è un piatto molto versatile, perché può essere farcito con svariati ingredienti a seconda dei gusti: dal pomodoro e mozzarella, al prosciutto cotto e formaggio, e per chi desidera una ricetta più leggera, anche a base di verdure.

Per la cena di stasera ho scelto la variante classica ripiena di prosciutto cotto e formaggio, che è la preferita delle mie bambine!!

Unica variazione rispetto alla ricetta originale: ho sostituito l’uovo con la farina di ceci, che ho scoperto avere le stesse proprietà (più o meno..) leganti dell’uovo, ma a noi risulta più digeribile, soprattutto la sera.

Ecco allora la ricetta del gateau di patate senza uovo.

gateau di patate

Gateau di patate

Ingredienti

4/ 5 patate novelle belle grosse

100 gr di Prosciutto Cotto o prosciutto di Praga

80 gr di formaggio Asiago (o a piacere sostituite con un altro formaggio tipo Provola o mozzarella)

1 cucchiaio di farina di ceci

30 gr di Parmigiano Reggiano grattugiato

noce moscata q.b.

sale q.b.

pan grattato q.b.

Procedimento

Per prima cosa lessate le patate e riducetele a purea.

Aggiungete un cucchiaio di farina di ceci, il sale, la noce moscata e amalgamate bene.

Ungete una pirofila e distribuite sul fondo uno strato di patate. Distribuite le patate in modo uniforme sulla pirofila, in modo da coprirla tutta.

Distribuite sulle patate il prosciutto cotto ed il formaggio.

Coprite con un altro strato di patate.

Cospargete con il Parmigiano reggiano grattugiato ed il Pan grattato.

Cuocete in forno caldo per circa 20 minuti a 180°C.

Servite il gateau di patate caldo o tiepido.

gateau di patate

 Buon appetito!!

 

 

Share