Archive for Contorni

Melanzane sott’olio

Share

Melanzane sott’olio. Ovvero il primo esperimento della stagione “l’orto esplode”.

Già, perché come saprete benissimo, quando l’orto comincia a produrre, produce tutto insieme e quindi bisogna correre ai ripari cercando di sfruttare al massimo tutto il ben di Dio che matura giornalmente.

Così, dopo le zucchine, ora è arrivato il momento delle melanzane, di cui andiamo particolarmente fieri, perché le abbiamo piantate insieme a mia figlia piccola (la giardiniera di casa) direttamente dai semi (in genere invece prendiamo direttamente le piantine, che hanno maggiore probabilità di successo).

melanzane sott'olio

Le abbiamo piantate quasi per gioco, credendo che forse ne avremmo ottenuto 1 o 2 piante al massimo, e invece sono nate tutte (grazi anche alla cura del nonno, ortolano d.o.c) e stanno nascendo delle melanzane fantastiche!

Vi potete immaginare la gioia di mia figlia, quando ha raccolto la sua prima melanzana!!!

Così, in occasione della Settimana della Melanzana, per il Calendario del Cibo Italiano, di cui Marina Bogdanovic è Ambasciatrice, ho deciso di provare a preparare questa versione delle melanzane sott’olio.

Melanzane sott’olio

melanzane sott'olio

Ingredienti

3 melanzane grandi

450 g di aceto bianco

350 g di acqua tiepida

sale q.b.

timo, peperoncino o altre erbe aromatiche  a piacere

Vasi di vetro a chiusura ermetica.

Procedimento

Lavare e tagliare le melanzane a rondelle.

Metterle in uno scolapasta con il sale e lasciarle scolare per almeno una notte.

Sciacquare ed asciugare le melanzane.

Togliere la buccia e tagliare a dadini o striscioline (non troppo sottili)

Scottare le melanzane nella miscela di acqua e aceto per qualche minuto.

Scolare con una schiumarola e lasciare asciugare su un canovaccio pulito.

Sterilizzare i vasi bollendoli in pentola per circa 20 minuti, oppure passandoli in microonde alla massima potenza per qualche minuto.

Riempire con le melanzane, le erbe aromatiche e ricoprire completamente di olio.

Chiudere ermeticamente e conservare al buio.

Dopo un paio di giorni dalla preparazione verificare che il livello dell’olio non sia sceso.

Eventualmente aggiungere altro olio affinché le melanzane rimangano sempre coperte.

Lasciare riposare circa 1 mese prima di consumare.

Le melanzane sott’olio rappresentano un ottimo contorno freddo, oppure un condimento per le insalate di riso!.

melanzane sott'olio

 

 

 

 

Share

Insalata mele noci

Share

Terminate le abbuffate di queste Vacanze Natalizie pensiamo a rimetterci in forma con questa insalata mele noci: depurativa, leggera e anche saziante.

Durante le Feste ci siamo concessi qualche stravizio in più mangiando cibi elaborati e anche qualche fetta di panettone di troppo? Allora nei giorni di “calma” da tour de force culinario depuriamo il nostro organismo con qualche piatto più leggero ( senza rinunciare al gusto!!!), come ad esempio l’insalata mele noci.

L’insalata mele noci è un piatto semplice, leggero e ricco di vitamine e omega 3, condita con semplice olio extravergine di oliva o con vinagrette, permette di saziarci senza appesantirci e depura il nostro organismo dopo pasti abbondanti.

Qui ho preparato la versione semplice, ma potete arricchirla con gli ingredienti che più preferite come mandorle e albicocche essiccate o spicchi di arancia e mandarino.

Se invece preferite un’insalata altrettanto salutare, ipocalorica e digestiva potete provare l‘insalata invernale con finocchio e arance.

Insalata mele noci

Ingredienti

Insalata valeriana

1 mela Fiji o Golden

noci, semi di zucca, sesamo q.b.

olio extravergine di oliva

Per questa insalata mele noci, volutamente, non  fornisco  le quantità degli ingredienti: quelle decidetele voi in base alla vostra fame. Faccio solo una precisazione: considerate che 5-10 noci al giorno costituiscono già il pieno di Omega 3 giornaliero e che questa insalata è un piatto da “remise-en-forme” , per cui non abbondate troppo!

Share

Gateau di patate

Share

Stasera ricetta di origine Partenopea, tipica della cucina Campana e Siciliana: il Gateau di Patate (chiamato anche Gattò, ma io preferisco il nome alla Francese…).

Il gateau di patate è un piatto unico, molto semplice e dal sapore rustico, molto simile ad una pizza (infatti viene anche chiamato pizza di patate), adatto ad essere consumato sia caldo sia freddo.

La base del gateau di patate sono (ovviamente) le patate lesse, e nella bontà e nella pasta delle patate sta la riuscita del piatto. Per questa ricetta io ho utilizzato le patate novelle dell’orto, che già da sole sono una prelibatezza!!

Il gateau di patate è un piatto molto versatile, perché può essere farcito con svariati ingredienti a seconda dei gusti: dal pomodoro e mozzarella, al prosciutto cotto e formaggio, e per chi desidera una ricetta più leggera, anche a base di verdure.

Per la cena di stasera ho scelto la variante classica ripiena di prosciutto cotto e formaggio, che è la preferita delle mie bambine!!

Unica variazione rispetto alla ricetta originale: ho sostituito l’uovo con la farina di ceci, che ho scoperto avere le stesse proprietà (più o meno..) leganti dell’uovo, ma a noi risulta più digeribile, soprattutto la sera.

Ecco allora la ricetta del gateau di patate senza uovo.

gateau di patate

Gateau di patate

Ingredienti

4/ 5 patate novelle belle grosse

100 gr di Prosciutto Cotto o prosciutto di Praga

80 gr di formaggio Asiago (o a piacere sostituite con un altro formaggio tipo Provola o mozzarella)

1 cucchiaio di farina di ceci

30 gr di Parmigiano Reggiano grattugiato

noce moscata q.b.

sale q.b.

pan grattato q.b.

Procedimento

Per prima cosa lessate le patate e riducetele a purea.

Aggiungete un cucchiaio di farina di ceci, il sale, la noce moscata e amalgamate bene.

Ungete una pirofila e distribuite sul fondo uno strato di patate. Distribuite le patate in modo uniforme sulla pirofila, in modo da coprirla tutta.

Distribuite sulle patate il prosciutto cotto ed il formaggio.

Coprite con un altro strato di patate.

Cospargete con il Parmigiano reggiano grattugiato ed il Pan grattato.

Cuocete in forno caldo per circa 20 minuti a 180°C.

Servite il gateau di patate caldo o tiepido.

gateau di patate

 Buon appetito!!

 

 

Share

Crostata di zucchine vegana

Share

Come avrete potuto notare in questo blog mi piace alternare ricette vegane e ricette tradizionali, ricette internazionali e ricette tipiche del territorio, perché adoro sperimentare un po’ di tutto e variare molto i cibi che porto in tavola. Oggi, per la categoria “vegan”, voglio proporvi questa fantastica e semplicissima crostata di zucchine vegana, che si prepara molto velocemente, è ottima da mangiare fuori casa, e si conserva anche per diversi giorni.

Essendo una crostata, richiede l’utilizzo del forno, per cui se fa troppo caldo (ma non è la situazione di questi giorni, almeno qui..), potete prepararla la sera, per il pranzo del giorno dopo; vi assicuro che, questa crostata di zucchine vegana è buonissima anche il giorno successivo e, soprattutto, è ottima consumata fredda.

La crostata di zucchine vegana, quindi, è una ricetta adatta anche per il pranzo in spiaggia, ricca di carboidrati, proteine e vitamine, un pasto completo che non appesantisce ma allo stesso tempo è nutriente e  gustoso.

crostata di zucchine vegana

La crostata di zucchine vegana prevede una base di pasta frolla salata, che essendo senza uova e senza burro risulta piuttosto friabile, e questo forse è l’unica pecca di questa ricetta.

Mi riprometto di provare a variare gli ingredienti della frolla fino a raggiungere una migliore consistenza, ma per il momento vi lascio questa ricetta; dato che si tratta del primo esperimento, direi che mi posso ritenere soddisfatta!!!

Crostata di zucchine vegana

Ingredienti

Per la frolla salata

200 gr di farina integrale

50 gr di semi di lino

50 gr di olio d’oliva

70 gr di acqua

sale, una presa

crostata di zucchine vegana

Per il ripieno

1/2 scalogno o porro

1 panetto di tofu al naturale

1 zucchina media

5 pomodorini pachino

1 foglia di basilico

olio d’oliva

 

Preparazione

In un recipiente unite la farina, i semi di lino, l’olio d’oliva e l’acqua ed il sale.

Mescolate con un mestolo di legno fino ad ottenere un composto omogeneo.

Avvolgete il composto nella pellicola e fate riposare in frigorifero per almeno 1 ora.

IMG_5462

Nel frattempo, soffriggete lo scalogno nell’olio di oliva. Se preferite, sostituitelo con il porro; io non l’avevo!!

Unite il tofu allo scalogno e frullate con il mixer fino ad ottenere una crema.

Se il tofu vi rimane un po’ indigesto, potete renderlo più digeribile cuocendolo un paio di minuti in acqua bollente.

Stendete la frolla salata fra due fogli di carta da forno e adagiatela in una pirofila (vanno bene anche quelle d’alluminio usa e getta).

Bucherellate il fondo con la forchetta.

Unite la crema di tofu.

Aggiungete la zucchina tagliata a fettine sottilissime.

crostata di zucchine vegana

Cuocete in forno caldo a 200°C per circa 20 minuti.

Guarnite con pomodorini pachino e basilico.

Aspettate che la crostata di zucchine vegana si raffreddi completamente prima di estrarla dalla pirofila.

La crostata di zucchine vegana è ottima consumata anche fredda.

 

crostata di zucchine vegana

Idea Salva-tempo

Potete conservare la crostata di zucchine vegana anche nel congelatore e scaldarla al momento di consumarla.

 

Share

Patate novelle saporite

Share

In questo post  volevo parlarvi di un contorno classico ma sempre attuale: le patate novelle al forno!

Sono andata a fare la spesa e quando ho visto la cassetta delle patate novelle, non ho resistito!! Avevo già l’acquolina in bocca!!
Le patate novelle sono patate raccolte prima della completa maturazione, per questo sono più piccole e con la buccia più sottile. Proprio per la loro dimensione sono adatte ad essere cucinate al forno anche intere. E poi, sono buonissime; secondo me sono molto più gustose delle patate cosiddette “mature”.

Oggi ci andava di prepararle molto saporite, quindi le abbiamo abbinate a prosciutto crudo (ma può andare bene anche lo speck):  un’ottima idea per il pranzo della domenica, ma adatte anche come contorno corposo ad una grigliata oppure semplicemente come piatto unico.

Con le patate novelle è, ovviamente possibile sbizzarrirsi con la preparazione e con gli abbinamenti! Qui ve le propongo nella versione “saporita“, ma le sorprese non finiscono qui!!!

Patate novelle al forno-Ricetta Saporita

Ingredienti

4 patate novelle

2 fette di prosciutto crudo (o speck)

sale

Olio EVO q.b.

Olio aromatico al rosmarino (la ricetta, qui)

Procedimento

Sbucciare e lavare le patate novelle.

Praticare, con un coltellino,  4 incisioni sul dorso della patata (o più a seconda della dimensione). Fare attenzione a non tagliare completamente la patata!

Riempire ogni incisione con un pezzettino di prosciutto crudo o speck (a seconda di quello che avete in casa!)

patate novelle al forno

Versare una buona dose di olio EVO in una pirofila e adagiarvi le patate ben distanziate.

Condire con un filo d’olio aromatico al rosmarino.

 

 

patate novelle al forno- saporita

Cuocete in forno caldo a 200 °C per circa 20/25 minuti.

Sfornare e servire calde!!

patate novelle al forno-saporite

Il Consiglio

In questa ricetta, data la presenza del prosciutto e dello speck, consiglio di non aggiungere sale.

 

 

Variante vegetariana

Se invece preferite una versione vegetariana o semplicemente una versione più adatta ad un contorno, sostituite il prosciutto con rametti di rosmarino, e seguite lo stesso procedimento descritto in precedenza.

patate novelle-vegetariane

Share