Archive for Antipasti – Page 2

Torta salata di spinaci

Share

Idea semplice e veloce per il pranzo o la cena? Una bella torta salata di spinaci risolve tutti i problemi!

In questo periodo dell’anno fra spinaci, bietole ed erbe di campo mettiamo sempre in tavola un bel po’ di “verde”; il problema è come renderlo più appetitoso ai bambini (ma non solo).

Così, per pranzo ho provato a preparare una torta salata di spinaci; le torte salate di pasta sfoglia ci permettono di  sbizzarrirci con gli ingredienti da abbinare e in questo modo possiamo rendere più appetitosi anche gli spinaci lessi.

Bastano un rotolo di pasta sfoglia, del formaggio fresco o della besciamella, e degli spinaci lessi, ed il gioco è fatto. Ma se volete rendere la vostra torta salata di spinaci ancora più golosa potete aggiungere della pancetta a dadini o della salsiccia.

Serviti così, anche gli spinaci saranno irresistibili!!

torta salata di spinaci

Oggi ho preparato la torta salata di spinaci con della besciamella fresca che mi era avanzata dalla preparazione delle lasagne, ma potete utilizzare anche dello stracchino, della ricotta o della scamorza in base a quello che avete a disposizione a casa.

Torta salata di spinaci

Ingredienti

1 rotolo di pasta sfoglia

1 pallina di spinaci lessi

besciamella (oppure stracchino, ricotta o provola) a piacere

parmigiano reggiano grattugiato a piacere.

facoltativi: pancetta o salsiccia

noce moscata q.b.

Sal, pepe q.b.

Procedimento

Saltate gli spinaci in padella con un po’ d’olio d’oliva e sale. In questo modo gli spinaci diventeranno più croccanti.

Aggiungete la besciamella (o il formaggio), sale, pepe e noce moscata ed amalgamate.

Disponete la pasta sfoglia in una teglia da forno e adagiatevi sopra il composto di spinaci e formaggio.

Spolverate con il parmigiano.

Cuocete in forno a 200°C per circa 10-15 minuti.

Servite tiepida.


Oltre ad essere un modo diverso per mangiare le verdure, questa torta salata di spinaci è anche una delle ricette che io chiamo svuota-frigo e salva-cena!

 

Share

Buffet di Halloween: Scope stregate

Share

Se ancora per il Buffet di Halloween non avete preparato nessun dolcetto (ma nemmeno nessuno scherzetto), non spaventatevi, perché con queste scope stregate, sarete pronti ad accogliere fantasmi e vampiri in un batter d’occhio.

Per la ricetta magica, assicuratevi di avere a disposizione semplicemente della pasta sfoglia e dei grissini (meglio se al sesamo, che fanno più scena!!) e con un pizzico di manualità le vostre scope stregate saranno pronte.

A dirla tutta, queste scope stregate non sono propriamente un dolce, ma si addicono di più ad un antipasto per il Buffet di Halloween. Ma il tutto dipende dalla salsa con cui le accompagnerete.

In questa ricetta io ho scelto di accompagnerle con un purè di piselli (verde come le classiche pozioni magiche delle streghe), quindi una preparazione decisamente salata.

buffet di halloween

Ma se avete in casa della marmellata arancione (come quella di zucca, di cachi o di albicocche) o rossa (tipo di fragole  o ribes), le scope stregate possono diventare un’alternativa dolce.

Scope stregate

Ingredienti

1 rotolo di pasta sfoglia

grissini al sesamo q.b.

spago da cucina

semi di papavero

Procedimento

Tagliate la sfoglia a striscioline. Arrotolate ogni striscia come a formare un grissino.

Passate ogni grissino nei semi di papavero.

Cuocete in forno caldo a 160°C per 10 minuti.

Lasciate raffreddare.

Una volta raffreddate, prendete un grissino, appoggiate su un’estremità alcuni grissini di sfoglia per formare  le setole della vostra scopa. Legate bene con dello spago da cucina.

Servite con salse dolci (tipo marmellate) o salate (come il purè di piselli).

 

Per un Buffet di Halloween da  brivido, accompagnate le scope stregate con le dita di strega e le mummie wurstel!!

dita di stregamummie wurstel

 

Share

Menù estivo con cruditè

Share

L’estate rimane, per me, la stagione migliore, anche per cucinare! Magari proprio un gustoso e colorato menù estivo con cruditè.

Colorato è il punto fondamentale (ma anche freddo, dato il caldo torrido di questo periodo). Infatti, avete mai pensato a quanti colori ci regala l’estate? Guardiamoci intorno: troviamo il blu del cielo e del mare, il verde dei campi coltivati, il giallo delle spighe di grano, delle pannocchie nonché dei girasoli, ma anche il rosso vivo del sole al tramonto.

E tantissimi colori, in questa, che è la stagione più calda, ma anche la più desiderata dell’anno, ce li regala anche l’orto, con i pomodori, le zucchine, le melanzane, il cocomero, il melone, le susine, le pesche e le albicocche. E questi alimenti, non sono solo belli da vedere, ma sono dei veri e propri must have dell’estate; ognuno con le proprie specifiche caratteristiche nutritive, ci consentono di mantenerci in forma mangiando.

Sempre in tema di colori e cibi sani, in questi giorni, sbirciando sul web, sono andata a curiosare nel sito di Dalani, e mi sono imbattuta nella loro pagina must have dell’estate (se non lo avete ancora fatto andate a dare un’occhiata).
I colori fanno da padrone della tavola estiva di Dalani, preparata con cura e meticolosità, dove anche i più piccoli particolari sono ricercati e abbinati, gli uni agli altri.

Dalani 1

Ma, non poteva mancare, sulla tavola di Dalani, anche l’indicazione dei cibi must-have dell’estate, quelli più leggeri ma allo stesso tempo sostanziosi, che ci danno energia ma non ci appesantiscono; e guarda caso, la maggior parte sono quelli che ho elencato proprio prima….

Fra questi io, personalmente, avrei aggiunto anche i pomodori (con poche calorie, un buon contenuto di minerali e oligoelementi, ricchissimo di acqua e dotato di tutte le vitamine idrosolubili; leggero, rimineralizzante e  dissetante; ovvero tutto quello che serve con il caldo) e non avrei tralasciato i legumi, per il giusto apporto di proteine vegetali (che non fanno mai male!!).

Vedendo queste “composizioni” in tavola, mi è venuta l’ispirazione per questo menù estivo con cruditè, che ho deciso di preparare per la cenetta, “da sposini”, con mio marito (grazie ai nonni che hanno tenuto le bambine al mare con loro!!!)..

menù estivo con cruditè

Qualcosa da festeggiare la troviamo sicuramente, ma possiamo anche continuare con i festeggiamenti per i nostri 10 anni di matrimonio, che sono da poco passati, e che avevamo cominciato con la vegan cheescake senza cottura (vi ricordate?). A noi piace fare le cose al contrario, siamo fatti così!!

Ma, comunque, questo menù estivo con cruditè va benissimo in qualsiasi occasione: si prepara velocemente, e soprattutto non richiede cottura (se tralasciamo di scottare i ceci lessati..).

Vi starete chiedendo;

<<Ma questo menù estivo con cruditè da cosa è composto?>>

Eccolo qua…

menù estivo con cruditè

Il menù estivo con cruditè è composto da 3 semplici portate:

  • Crema di ceci speziata

    una crema di legumi che richiama l’Hummus di Ceci, nella sua variante Palestinese, con lo yogurt al posto della Tahina. (io ho usato però quello di soia).

  • Crema di pomodori all’aglio

    Una crema fredda sullo stile del Gazpacho Spagnolo

  • Girelle di zucchine e carote

    Semplici involtini di zucchine e carote crudi  a listarelle

 

Tanto colore per un menù estivo con cruditè, leggero ma sostanzioso, fresco e proteico in linea con i principi must have dell’estate!!

 

Crema di ceci speziata

Ingredientimenù estivo con cruditè- crema di ceci

2 scatole di ceci lessati
1 yogurt di soia bianco
1 cucchiaino di curry
1 cucchiaino di zenzero
1 limone (il succo)
1 spicchio d’aglio

1/2 peperoncino
olio EVO
sale e pepe q.b.

Procedimento

Scolate e sciacquate i ceci sotto l’acqua corrente . Se preferite, potete utilizzare i ceci secchi avendo premura di tenerli, prima, una notte in bagno e di lessare in pentola a pressione per almeno 20 minuti.
Mettete una padella sul fuoco con lo spicchio d’aglio e l’olio e rosolate per un paio di minuti, unite i ceci e continuate per altri 2 minuti. Aggiungete, sale e pepe.

Questo è l’unico passaggio in cui vi è richiesto di utilizzare i fornelli, per cui, dato il tempo molto limitato, ho promosso questo menù a menù estivo con cruditè.

Mettete i ceci nel mixer e frullate fino ad ottenere una crema omogeneea. Aggungete l’olio e continuate a frullare.
Aggiungete poi, il curry, lo zenzero ed il peperoncino, e continuate a frullare.
Incorporate il succo di limone e lo yogurt di soia con il mixer in azione. Frullate  fino a che il composto non si sarà amalgamato.
Versate nelle cocotte monoporzione e riponete in frigorifero fino al momento di servire.

Crema di pomodori all’aglio

Ingredienti

2 o 3 pomodori rossi molto maturi
1 spicchio d’aglio
1/2 fetta di pane (tipo pancarrè)

menù estivo con cruditè- crema di pomodori1 pizzico di sale

olio EVO

erba cipollina

Procedimento

Lavate e sbucciate i pomodori, pelate l’aglio. Inserite tutto nel mixer e frullate.

Aggiungete l’olio a filo sempre frullando, infine il pane a piccoli pezzettini e continuate a frullare fino ad ottenere una crema liscia e densa.

Aggiustate di sale.

Versate nelle cocotte monoporzione e riponete in frigorifero fino al momento di servire.

Guarnite con una foglia di erba cipollina al momento di servire.

 

Girelle di zucchine e carote

Ingredientimenù estivo con cruditè-girelle di zucchine e carote

1 zucchina lunga

2 carote

capperi

oli EVO

Procedimento

Lavate e asciugate le verdure.

Con un pelapatate tagliate a listarelle sottili la zucchina e la carota.

Adagiate una fettina di carota sopra quella di zucchina, arrotolate e ponete su un piatto da portata.

Continuate fino ad esaurimento degli ingredienti

Condite con un filo d’olio e decorate con un cappero.


 

Che ne dite? Ceniamo insieme?

 

menù estivo con cruditè IMG_5990

Share

Crostata di zucchine vegana

Share

Come avrete potuto notare in questo blog mi piace alternare ricette vegane e ricette tradizionali, ricette internazionali e ricette tipiche del territorio, perché adoro sperimentare un po’ di tutto e variare molto i cibi che porto in tavola. Oggi, per la categoria “vegan”, voglio proporvi questa fantastica e semplicissima crostata di zucchine vegana, che si prepara molto velocemente, è ottima da mangiare fuori casa, e si conserva anche per diversi giorni.

Essendo una crostata, richiede l’utilizzo del forno, per cui se fa troppo caldo (ma non è la situazione di questi giorni, almeno qui..), potete prepararla la sera, per il pranzo del giorno dopo; vi assicuro che, questa crostata di zucchine vegana è buonissima anche il giorno successivo e, soprattutto, è ottima consumata fredda.

La crostata di zucchine vegana, quindi, è una ricetta adatta anche per il pranzo in spiaggia, ricca di carboidrati, proteine e vitamine, un pasto completo che non appesantisce ma allo stesso tempo è nutriente e  gustoso.

crostata di zucchine vegana

La crostata di zucchine vegana prevede una base di pasta frolla salata, che essendo senza uova e senza burro risulta piuttosto friabile, e questo forse è l’unica pecca di questa ricetta.

Mi riprometto di provare a variare gli ingredienti della frolla fino a raggiungere una migliore consistenza, ma per il momento vi lascio questa ricetta; dato che si tratta del primo esperimento, direi che mi posso ritenere soddisfatta!!!

Crostata di zucchine vegana

Ingredienti

Per la frolla salata

200 gr di farina integrale

50 gr di semi di lino

50 gr di olio d’oliva

70 gr di acqua

sale, una presa

crostata di zucchine vegana

Per il ripieno

1/2 scalogno o porro

1 panetto di tofu al naturale

1 zucchina media

5 pomodorini pachino

1 foglia di basilico

olio d’oliva

 

Preparazione

In un recipiente unite la farina, i semi di lino, l’olio d’oliva e l’acqua ed il sale.

Mescolate con un mestolo di legno fino ad ottenere un composto omogeneo.

Avvolgete il composto nella pellicola e fate riposare in frigorifero per almeno 1 ora.

IMG_5462

Nel frattempo, soffriggete lo scalogno nell’olio di oliva. Se preferite, sostituitelo con il porro; io non l’avevo!!

Unite il tofu allo scalogno e frullate con il mixer fino ad ottenere una crema.

Se il tofu vi rimane un po’ indigesto, potete renderlo più digeribile cuocendolo un paio di minuti in acqua bollente.

Stendete la frolla salata fra due fogli di carta da forno e adagiatela in una pirofila (vanno bene anche quelle d’alluminio usa e getta).

Bucherellate il fondo con la forchetta.

Unite la crema di tofu.

Aggiungete la zucchina tagliata a fettine sottilissime.

crostata di zucchine vegana

Cuocete in forno caldo a 200°C per circa 20 minuti.

Guarnite con pomodorini pachino e basilico.

Aspettate che la crostata di zucchine vegana si raffreddi completamente prima di estrarla dalla pirofila.

La crostata di zucchine vegana è ottima consumata anche fredda.

 

crostata di zucchine vegana

Idea Salva-tempo

Potete conservare la crostata di zucchine vegana anche nel congelatore e scaldarla al momento di consumarla.

 

Share

Strudel di zucchine

Share

Pasta sfoglia Mon Amour!! Oggi ve la propongo in versione salata con lo strudel di zucchine.

Un piatto facile e veloce ma di grande riuscita; per un antipasto, un pic-nic o una merenda o come piatto unico; lo strudel di zucchine è adatto a tutti e si adatta ad ogni occasione!!

In questa ricetta dello strudel di zucchine ho utilizzato un abbinamento classico tra zucchine, speck e Philadelphia arricchito con gherigli di  noci, per un effetto croccante a sorpresa.

strudel di zucchine

Con la pasta sfoglia e un po’ di fantasia la riuscita della ricetta è sicura, che sia un dolce come nelle rose di sfoglia, o un antipasto, come le girelle di sfoglia  oppure un piatto unico come questo strudel di zucchine.

Senza tralasciare il fatto che sono tutte preparazioni velocissime!!

Strudel di zucchine

Ingredienti

1 rotolo di pasta sfoglia pronta

1 panetto di Philadelphia

100 gr di speck a dadini o striscioline

150 gr di zucchine

gherigli di noce (a piacimento)

 

Procedimento

Spalmare sulla pasta sfoglia il Philadelphia.

Coprire con lo speck tagliato a striscioline o dadini.

 

strudel di zucchine-preparazione

Tagliare le zucchine a striscioline e aggiungerle alla preparazione.

Aggiungere i gherigli di noce tritati grossolanamente a mano.

IMG_5123

Chiudere lo strudel sovrapponendo i due estremi della pasta sfoglia.

Con un coltello praticare delle incisioni laterali prima in una direzione e poi nel verso opposto.

strudel di zucchine

Cuocere in forno caldo a 200 °C per circa 15 minuti.

Servire lo strudel di zucchine tiepido.


strudel di zucchine

In alternativa potete sostituire le zucchine con asparagi o fagiolini (precedentemente lessati) e lo speck con prosciutto cotto.

È proprio il caso di dire: Pasta sfoglia Mon Amour!!!

Share